«Epg non può scaricare sugli assegnatari le proprie inefficienze»