Sparatoria nella notte: ucciso un 25enne a colpi di pistola. È caccia al killer

Agguato mortale in provincia di Grosseto, ferito anche un ragazzo di 18 anni. Il movente probabilmente è legato allo spaccio di droga

GROSSETO. Il cadavere di un uomo di 25 anni è stato trovato nella mattina di lunedì 12, nella campagne di Gavorrano, ai bacini di San Giovanni. Non aveva addosso i documenti e ancora non è stato identificato: l'uomo è stato ucciso con un colpo di arma da fuoco all'addome.

Durante la notte, intorno all'1,30, un ragazzo di 18 anni di origini nordafricane, si è presentato al punto di primo soccorso di Follonica accompagnato da una donna: anche lui aveva un proiettile nell'addome. Il 118 ha chiesto subito l'intervento di Pegaso che ha accompagnato il giovane alle Scotte di Siena dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Ora è ricoverato in rianimazione ma non sarebbe in pericolo di vita. Il giovane ha abitato a Pontedera dove vivono alcuni suoi parenti.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri insieme al sostituto procuratore Anna Pensabene che sta coordinando le indagini: probabilmente la sparatoria è avvenuta per motivi legati allo spaccio di droga. Nel bosco dove è successa la sparatoria sono stati trovati i segni del bivacco.

SPARATI 3 COLPI

Sarebbe conseguenza di un agguato l'omicidio del giovane marocchino e il ferimento di unconnazionale. Lo evidenzia la procura di Grosseto, riferendo che sconosciuti hanno sparato tre colpi di pistola. Due spari su tre hanno raggiunto i marocchini, entrambi colpiti all'addome. Uno, il 25enne, irregolare in Italia, morto per le lesioni causate dal proiettile. L'altro, con regolare permesso di soggiorno, è riuscito a farsi soccorrere e ora all'ospedale di Siena in prognosi riservata. Indagini in corso per per risalire agli autori dell'agguato.

IL SINDACO: "SONO SCONCERTATO"

"Sono sconcertato. Non ero a conoscenza di segnalazioni che possono far pensare ad una zona di traffici illeciti. La mia fiducia va agli inquirenti che sapranno agire nel dovuto modo". Lo dice il sindaco di Gavorrano, Andrea Biondi, riguardo all'omicidio. Tra le prime ipotesi investigative c'è che l'omicidio sia avvenuto nell'ambito dello spaccio di droga, ma non sarebbe l'unica valutazione in corso da parte degli investigatori dei carabinieri.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi