Legambiente plaude a Mare Amore Mio: "C’è bisogno di azioni dal basso che influenzino le scelte politiche"

Angelo Gentili della segreteria di Legambiente e, a destra, una ragazza raccoglie bottiglie di plastica in spiaggia durante una campagna di Legambiente

Angelo Gentili: "Gli operatori possono formarsi, i bagnanti possono capire meglio come dare una mano al Pianeta" 

Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente, spiega perché l'associazione aderisce all'iniziativa del Tirreno "Mare Amore Mio".


"L’iniziativa promossa dal Tirreno va senza alcun dubbio nella direzione giusta. In questa epoca, abbiamo quanto mai bisogno di azioni concrete che partano dal basso e che abbiano la forza di influenzare le scelte dei decisori politici; e anche un divertente contest estivo, capace di coinvolgere stabilimenti balneari e turisti che frequentano i nostri litorali, può trasformarsi in una piccola grande rivoluzione.


Quello della plastica è un problema enorme che deve essere affrontato subito, se si ha intenzione di guardare al futuro del Pianeta che ci ospita. Tra pochi anni, in mare ci sarà più plastica che pesci. E questo è un dato inconfutabile che dovrebbe farci preoccupare tutti e spingerci a cambiare rotta da subito.

I segnali che stanno arrivando sono molto positivi. Non sono poche le realtà che, in anticipo sui tempi dettati dalla Ue, stanno andando nella direzione dell’abolizione dei prodotti usa e getta. Ciò vuol dire che nel Paese si sta sempre di più radicando una sensibilità da capitalizzare e far crescere.

A questo scopo, Legambiente ha deciso di sposare con molto piacere la campagna promossa dal Tirreno e di avventurarsi in questo percorso in cui i veri protagonisti saranno i turisti che ogni anno decidono di scegliere la Maremma per le loro vacanze estive.

Accendere i riflettori sulla battaglia per l’abolizione della plastica usa e getta proprio sotto l’ombrellone è ideale per consentire sia agli operatori di formarsi in merito alla tematica, che ai bagnanti per comprendere meglio come fare per dare una mano al Pianeta attraverso le singole azioni quotidiane.

In queste settimane, la nostra associazione darà ai lettori varie informazioni in merito al percorso verso il #plasticfree ma racconterà anche storie di realtà virtuose della nostra zona che sono già sulla strada verso una piena e completa sostenibilità.

Tutto ciò in vista della prossima Festambiente che si terrà dal 14 al 18 agosto nella storica location di Rispescia e che avrà come temi portanti proprio le azioni che possono essere messe in campo per salvare il clima. Non a caso, l’hashtag scelto per l’edizione di quest’anno è #salvailclima.

Tra l’altro, proprio nell’ambito di Festambiente verranno premiati gli stabilimenti balneari vincitori e si darà ampio spazio al racconto di questo percorso che parte oggi e andrà avanti per gran parte dell’estate.

Azioni come queste significano molto per la comunità e per le battaglie ambientaliste e ci auguriamo che la partecipazione sia davvero sentita e numerosa. Dal canto nostro, oltre a fornire un supporto tecnico, ci mettiamo a disposizione di tutti coloro che hanno la necessità o la curiosità di approfondire il tema dei cambiamenti climatici e invitiamo chiunque voglia mettersi in contatto con noi a visitare il sito www.festambiente.it". —