Marchetti: «Specialità come la logopedia non vanno penalizzate»