Vaccini, due fuori da scuola anche se hanno già prenotato

Da oggi chi non si è ancora messo in regola non potrà seguire le lezioni Pochi i casi in Maremma. Sull’Amiata la dirigente farà comunque entrare tutti



Vaccini, è il giorno X. Da oggi, i bambini che non sono in regole con le vaccinazioni obbligatorie non potranno entrare in classe. Il decreto emanato dal precedente Governo, quando era ancora ministro della Salute Beatrice Lorenzin è diventato attuativo, dopo una sospensione durata mesi per permettere alle famiglie di procedere con le vaccinazioni. In Maremma i casi che tutt’oggi sono ancora in sospeso, si contano sulle dita di una mano: due bambini a Grosseto, tre sull’Amiata. Nelle altre zone, a sud come a nord, non sono segnalate, ad oggi criticità.


in due fuori dall’asilo

In città, l’assessorato alla Pubblica istruzione del Comune di Grosseto, ha avviato un percorso che è andato avanti per quasi un anno e che ha coinvolto, oltre alle famiglie dei piccoli, anche l’Asl. Sono due i bambini che da oggi non potranno andare a scuola: uno è iscritto a un nido, l’altro a una scuola materna comunale. «Le famiglie - spiega l’assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Grosseto Chiara Veltroni - hanno già una prenotazione con l’Asl per procedere con la vaccinazione. Una volta rilasciata la documentazione, i due bambini potranno regolarmente tornare a scuola». È stato un lavoro lungo quello fatto dall’Ufficio scuola del Comune di Grosseto, che - in accordo con l’Asl - ha proceduto alla verifica della copertura vaccinale dei piccoli e a un dialogo con le famiglie per far sì che si mettessero in regola.

la scelta sull’amiata

Diversa la posizione della dirigente scolastica Patrizia Matini per quanto riguarda le scuole comunali che si trovano sull’Amiata. Qui i bambini entreranno tutti, oggi, anche i tre che non sono stati vaccinati. «Non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione - spiega - e di fronte alla mancanza di disposizioni, oggi i bambini saranno tutti in classe. Noi aspettiamo la circolare prima di procedere». Anche le scuole amiatine, all’inizio dell’anno scolastico hanno fatto una ricognizione per fotografare la situazione. I bambini non vaccinati sarebbero soltanto tre.

tutti in regola

A Orbetello, i bambini sono stati tutti vaccinati, così come a Follonica, dove le famiglie che all’inizio dell’anno scolastico non avevano ancora presentato le certificazioni, si sono poi messe in regola con la normativa. Da oggi i genitori che non hanno presentato alle scuole la certificazione originale sulle vaccinazioni dei figli vanno incontro alle sanzioni che arrivano fino all’esclusione per nidi e scuole dell'infanzia. Nelle altre scuole (elementari e medie), invece, in questi casi è prevista solo una sanzione pecuniaria. —

Altri servizi a pag. 4

La guida allo shopping del Gruppo Gedi