Burocrazia a rilento Per l’hotel all’ex Cirio i tempi si allungano

Il sindaco: «Per iniziare i lavori mancava la variante»  Da fare gli ultimi passaggi, poi nascerà un albergo di lusso



Il progetto è già stato presentato alla popolazione, ma l’albergo di lusso ancora non parte.


La nuova struttura che sorgerà al posto della ex Cirio, che andrà a modificare certamente in meglio lo skyline di Porto Ercole visto che lo stabilimento è dismesso da molti anni, sta subendo alcuni ritardi burocratici. Ad annunciarlo, a sorpresa, il sindaco Franco Borghini, che ha analizzato la situazione con gli uffici tecnici e ribadito che la profonda rivalutazione privata da parte della proprietà svedese piace alla nuova amministrazione, così come aveva incontrato il parere positivo di quella precedente. La presentazione, avvenuta nel marzo scorso davanti alla popolazione di Porto Ercole nell’auditorium della chiesa di San Paolo della Croce ancora prima delle elezioni amministrative, lasciava presagire che gli aspetti burocratici per arrivare all’avvio dei lavori fossero in stato avanzato, cosa però non rilevata dal primo cittadino. Se la proprietà a marzo aveva presentato il progetto con rendering alla popolazione, non aveva ancora presentato la variante al Comune.

Il piano della struttura alberghiera ovviamente rimane ma si allungano i tempi. «Abbiamo trovato una situazione che non pensavamo - spiega Borghini - La proprietà ha illustrato in precedenza alla popolazione il progetto con un rendering che dava speranze che l’indomani potessero partire i lavori. Invece ancora non era stata approvata la variante che rendeva possibile la presentazione del progetto, in pratica è stato un puro esercizio di marketing. Abbiamo quindi accelerato. Adesso è pubblicato sul Burt e, alla scadenza, la proprietà potrà presentare il progetto attuativo che sarà approvato dal consiglio comunale». Con qualche mese di ritardo, si arriverà presto alla fine del procedimento, per arrivare ai lavori. Sarà un hotel 5 stelle da 66 camere dotato di tutti i comfort come una palestra, la spa, un ristorante di livello e terrazzamenti e giardini pensili e sarà realizzato, oltre a quello interno super moderno, un parcheggio esterno che dovrebbe chiamarsi “Fabriqa” in onore del suo vecchio utilizzo come stabilimento della Cirio. —