Un assistente virtuale aiuterà a scegliere gli itinerari culturali

Progetto di promozione turistica per Comuni e operatori Si chiama chatbot e utilizzerà la piattaforma Messenger

GROSSETO. Si chiama chatbot e aiuterà i turisti a scegliere gli itinerari culturali più interessanti nella Toscana meridionale, itinerari che dovranno collegare strutture più e meno conosciute dell’area compresa tra Livorno e l’Argentario. È un “assistente virtuale”, collegato a Facebook/Messenger, a disposizione di chiunque voglia conoscere meglio la Maremma.

Il progetto è stato presentato nella sala contrattazioni della Camera di commercio di Grosseto, in vista della prossima stagione turistica. Un primo assaggio delle nuove funzioni assegnate all’ente camerale, uno strumento per i Comuni e gli operatori culturali. Per adesso il chatbot utilizzerà Messenger come piattaforma, per garantire la massima semplicità di utilizzo, su una pagina Facebook creata ad hoc che si chiama “Maremma e Tirreno, the secret heart of Tuscany”. «È un progetto concreto con molte possibilità di evoluzione – ha commentato il presidente Riccardo Breda durante la presentazione – che mettiamo a disposizione dei territori per favorire il dialogo tra mondo culturale, imprese e turismo. Tutti sono invitati a partecipare e a farne parte. Attendiamo proposte e idee». Il primo itinerario è dedicato alla scoperta degli antichi mestieri, un viaggio dalle opere del museo Fattori di Livorno, fino a Massa Marittima e alla Rocca di Montemassi, per poi proseguire con i butteri della tenuta agricola dell’Alberese e i maestri d’ascia dell’Argentario. Altre idee pronte a concretizzarsi riguardano gli itinerari sui paesaggi che hanno ispirato i grandi pittori, sulle dimore antiche (per esempio quella di Napoleone) e sull’archeologia industriale, da Livorno fino a Follonica, passando per l’isola d’Elba. Suggestioni alle quali si affiancheranno sempre nuovi percorsi da costruire con i musei e i Comuni. Per adesso il chatbot è disponibile nella versione demo, ma dalla primavera sarà lanciato e messo a disposizione dei visitatori.


Per la realizzazione tecnologica la Camera di commercio si è avvalsa di un partner in linea con la sua attività: Oimmei, una giovane start up livornese che opera nel settore delle app turistiche, vincitrice di numerosi premi d’innovazione. — G. B.