Contro la centrale nasce il comitato Scansano Sos Geotermia

Si è costituito a Scansano, per iniziativa di un gruppo di cittadini di diversa estrazione e appartenenza, il Comitato Scansano Sos geotermia. L’iniziativa è nata dall’allarme suscitato dall’avvio a...

Si è costituito a Scansano, per iniziativa di un gruppo di cittadini di diversa estrazione e appartenenza, il Comitato Scansano Sos geotermia. L’iniziativa è nata dall’allarme suscitato dall’avvio a Pancole dei lavori per i sondaggi in vista della costruzione di una delle centrali geotermiche che dovrebbero invadere il nostro territorio. «La nostra è una realtà dalla spiccata vocazione agroalimentare – dice Sos geotermia Scansano – il Morellino prima di tutto, ma anche olio e prodotti caseari. È conosciuta in tutto il mondo tanto da attrarre un turismo nazionale e internazionale particolarmente attento alla tutela dell’ecosistema e della salute. Nel totale disprezzo per le regole della democrazia e le opinioni espresse dai cittadini negli ultimi mesi con numerose iniziative, sono iniziate le trivellazioni. Tutto ciò a pochi giorni dalla visita della 4ª commissione Ambiente della Regione ai siti del progetto di centrale Montenero e dei permessi di ricerca Monte Labbro e Seggiano, in cui i consiglieri regionali hanno espresso stupore per la progettazione di impianti in territori spiccatamente vocati per la loro bellezza e ricchezza naturalistica all’agroalimentari di qualità e al turismo». Il pozzo di perforazione a Pancole è finalizzato all’impianto di una centrale geotermica a media entalpia di 5 Megawatt, «quindi di portata industriale – dice il comitato – con un impatto ambientale e paesaggistico insostenibile e degradante per la salute e l’economia locale. Non è chiaro se sia stata compiuta la necessaria indagine preventiva per verificare il livello della falda acquifera e studi scientifici autorevoli hanno evidenziato come l’attività di tali impianti costituisca una seria minaccia per la salute e l’equilibrio ecosistemico. Nessuno è stato informato circa l’avvio del cantiere e delle trivellazioni, violando il principio costituzionale fondamentale della partecipazione democratica queste scelte. In questo quadro molto allarmante nasce il comitato Scansano Sos geotermia, trasversale e apartitico». Il comitato ha in programma un’assemblea pubblica per informare i cittadini e chiederà di incontrare i candidati delle diverse liste.

Il portavoce è Matteo Ceriola.

Per informazioni e contatti: scansano.sos.geotermia@gmail.

com.