Dipendenti comunali verso lo sciopero

Il Comune di Orbetello (foto Russo)

Ritardi nella contrattazione e mancata convocazione a un incontro: a Orbetello si prepara la mobilitazione

ORBETELLO. I dipendenti del Comune di Orbetello verso lo sciopero. Sono sul piede di guerra i dipendenti comunali che mercoledì 16 marzo durante un’affollata assemblea del personale hanno dato sfogo a tutto il loro disappunto dichiarandosi pronti a ogni forma di protesta.

«L’assemblea del personale, che ha visto la totale adesione dei lavoratori del Comune, rilevata la totale indifferenza dell’amministrazione comunale alle richieste dei sindacati - dice la rsu dell’ente - chiede alle organizzazioni sindacali di intraprendere le forme di lotta necessarie in appoggio alla vertenza in atto con forme di protesta articolate che dovranno culminare con una prima giornata di sciopero».

Motivo del contendere i ritardi nella contrattazione e la mancata convocazione ad un incontro che le organizzazioni sindacali e la rsu avevano chiesto per l’11 di marzo. «La protesta - spiega la rsu - si articolerà in assemblee, occupazioni simboliche, sit in, comunicazioni ai giornali e interventi delle televisioni locali sui luoghi delle manifestazioni».

I dipendenti già nei giorni scorsi avevano criticato il Comune reo di aver sempre «stentato nel corso di tutto il mandato nella contrattazione integrativa non riuscendo mai a concludere la contrattazione nell’anno  di riferimento come sarebbe ovvio». Ora hanno deciso di dire basta alle attese e hanno chiesto «l’indizione formale dello stato di agitazione e il blocco degli straordinari, compreso quelli per l’organizzazione e lo svolgimento dei servizi elettorali per le prossime consultazioni». La decisione dalla quale sono scaturite queste volontà è stata presa - fanno sapere - «all’unanimità».