Follonica: il sindaco Benini dà una sforbiciata ai dirigenti

In attesa della riorganizzazione del Comune scendono da cinque a due: cessati gli incarichi a tempo determinato

FOLLONICA. Novità negli incarichi di responsabilità dei settori comunali. Scendono da cinque a due i dirigenti del Comune visto che sono cessati con la scadenza del mandato di Eleonora Baldi gli incarichi dei dirigenti a tempo determinato Paolo Marelli, Domenico Melone e Gabriele Lami che ha lasciato anche il comando della Municipale. Il tutto in attesa della nuova e definitiva organizzazione dei settori prevista entro i prossimi 45 giorni. Per il Comune di Follonica le norme attualmente in vigore permettono di ricorrere ad incarichi a tempo determinato nella misura di una sola unità (il 20% della dotazione organica dirigenziale a tempo indeterminato). Sono stati conferiti gli incarichi dirigenziali con la suddivisione delle responsabilità delle funzioni comunali in capo ai due dirigenti in servizio a tempo indeterminato e al Segretario generale anche se rimane inalterata l'articolazione strutturale che prevede comunque cinque posizioni dirigenziali.

Per i prossimi 45 giorni, in attesa della nuova e definitiva organizzazione dell'Ente, gli incarichi dirigenziali sono così suddivisi: Gemma Mauri continuerà ad avere in capo il settore 1 con l'aggiunta delle funzioni prima assegnate ai settori 2 e 5 (diretti da Marelli e Lami, ovvero Polizia Municipale, Cultura ed Istituzione Es) mentre l'ing. Luigi Madeo rimane alla guida del settore 4 con aggiunta di Edilizia, Urbanistica, Suap e Commercio prima assegnate ai settori 2 e 3 (Marelli e Melone). Al Segretario Generale Serena Bolici sono invece attribuite le materie di pianificazione strategica, Sit, ambiente, mobilità, tpl, servizi finanziari e tributi, servizio informatico, risorse umane, finanziamenti e controlli precedentemente attribuiti ad altri settori.

Michele Nannini