Escrementi sulla spiaggia dopo il temporale

Situazione disastrosa alla foce del Petraia. Il sindaco: «Mancano soldi per sistemare la rete fognaria»

FOLLONICA. Il temporale lascia brutti ricordi sulla spiaggia vicino alla foce del Petraia.

La situazione del litorale nella parte sud di Follonica nella tarda serata di giovedì era veramente pessima: topi morti, deiezioni, residui, veramente uno spettacolo indecente per una città che fa del turismo il suo fiore all’occhiello. Le immagini di quel “panorama” sono state scattate da alcuni cittadini che passeggiando sulla spiaggia non solo hanno percepito cattivi odori ma hanno visto da dove provenivano. Lo scarico a mare del depuratore non ha retto le due ore di pioggia mattutina? L’ipotesi prevalente è questa. «Abbiamo chiamato anche i vigili urbani, è veramente assurdo che a Follonica appena piove più forte accadano fatti del genere, è vergognoso che nessuno ancora oggi abbia mosso un dito per sistemare la situazione – racconta un giovane follonichese presente sul luogo – Non possono più giustificarsi con il fatto che non ci sono i soldi: il depuratore di Campo Cangino produce cattivi odori, il Petraia appena piove porta in mare schifezze di ogni genere, Salciaina (dove dovevano aver sistemato tutto con le pompe di sollevamento) si trasforma in un lago e piove dentro i locali che ospitano alcune classi della medie Pacioli. È veramente ridicola questa situazione: adesso basta».

Il sindaco Eleonora Baldi non dà molte speranze per quanto riguarda la foce del Petraia servono soldi che ad oggi non ci sono. «Conosciamo tutti il problema – spiega il primo cittadino all’indomani degli allagamenti - sappiamo benissimo le debolezze che ha il sistema fognario follonichese: la strategia deve essere concordata con l’Acquedotto del Fiora. Insisteremo per far sì che il Fiora inserisca il progetto di Follonica nelle priorità. Servono più di dieci milioni di euro non una cifra da poco». Soluzioni invece più tempestive per gli altri problemi accaduti giovedì a seguito del temporale. «Per Salciaina gli operai hanno iniziato una video ispezione delle fogne per capire che cosa abbia provocato l’allagamento, appena avremo i risultati li comunicheremo alla città».

Altra pessima situazione quella accaduta nelle aule dell’ex sede universitaria spazi che per ora ospitano alcune classi della Pacioli dove è entrata l’acqua, questione sollevata pure dal consigliere comunale del Pdl Agostino Ottaviani. «Quanto accaduto giovedì deve servire all'amministrazione comunale a individuare delle soluzioni: per quanto riguarda la scuola i ragazzi di via Gorizia dovranno restare nella ex università almeno fino a dicembre ed è impensabile che quando piove la situazione sia sempre ingestibile e pericolosa, con le infiltrazioni nelle aule e il parcheggio fuori uso», spiega il politico. Il sindaco intanto promette che i tetti dell’Officina verranno presto sistemati. (p.v.)