Empoli, la Primavera non finisce di stupire: battuta l'Inter, finale con l'Atalanta

Gli azzurri a fine partita (foto Empoli Fc)

Incredibile finale: gli azzurrini la pareggiano con una punizione di Asslani e la vincono con un gol di Manfredi nel recupero del secondo tempo supplementare, finisce 3-2

EMPOLI. Un'altra vittoria, un'altra impresa contro una big: l'Empoli Primavera non finisce di stupire e vola in finale (mercoledì 30 giugno alle 18,30 contro l'Atalanta sul campo di Sassuolo) al termine di una partita incredibile in cui gli azzurrini riescono a piegare l'Inter all'ultimo respiro con un gol di Manfredi al 121', nel recupero del secondo tempo supplementare.

Per la seconda volta in pochi giorni, dunque, dopo aver eliminato la Juventus, l'Empoli fa un'altra vittima eccellente e si presenta al cospetto dell'Atalanta non proprio come una outsider, anche se peserà il dispendio di energie, un giorno di riposo in meno e il tecnico Antonio Buscé dovrà quasi certamente fare a meno di Lipari, uscito per infortunio. Ma questa squadra ci ha abituato ai miracoli e sognare non costa nulla.

I compagni festeggiano Lipari dopo il vantaggio (foto Empoli Fc)

L'Empoli dunque ha vinto all'ultimo respiro ma se l'è meritata. Nella prima mezz'ora dell'incontro c'è stata una sola squadra in campo. Legittimo il vantaggio messo a segno da Lipari al 13', poi gli azzurri falliscono qualche occasione e passata la mezz'ora, nel giro di tre minuti l'Inter la ribalta coi laterali Zanotti e Vezzoni. Nella ripresa la squadra di Buscé riprende a macinare gioco e raccoglie i frutti all'82' con una punizione di Asslani che trafigge la barriera e beffa Stankovic sul primo palo.

L'esultanza di Asslani dopo il pareggio (foto Empoli Fc)

I supplementari sono una battaglia, con Baldanzi che coglie un palo a portiere battuto e i nerazzurri che finiscono in nove per le espulsioni prima di Sottini (104') e poi di Sangalli (119'). Sembra finita, ma quando Bozhanaj mette dentro l'ultimo pallone, il più veloce è Manfredi che suggella il 3-2. Nel convulso finale vengono espulsi il tecnico Buscé e il portiere di riserva Biagini, direttamente dalla panchina. Ma ora conta solo essere arrivati in finale.

L'esultanza dei giocatori della Primavera (foto Empoli Fc)