Nuovi locali a Castelfiorentino per la mensa della Caritas

L’inaugurazione della mensa Caritas con il vescovo di Volterra

L’inaugurazione è avvenuta con la presenza del vescovo di Volterra

Castelfiorentino. È stata inaugurata giovedì la nuova mensa della Caritas a Castelfiorentino. I nuovi locali, che permetteranno di soddisfare una richiesta aumentata considerevolmente nell’ultimo periodo, sono stati allestiti con i soldi raccolti nell’ambito della campagna di raccolta fondi della Fondazione Il Cuore si scioglie dal titolo “Voi stessi date loro da mangiare”. In quaranta giorni nell’autunno 2021, infatti, si era tenuta la raccolta fondi che aveva portato a raggiungere l’obiettivo prefissato e quindi al raddoppio di quanto donato dai cittadini da parte della Fondazione Il Cuore si scioglie, per un totale di oltre 14mila euro. Scopo della raccolta fondi era attrezzare la mensa perché nessun cibo andasse sprecato e fosse così possibile rispondere alle crescenti domande di aiuto e di un pasto caldo. Nel dettaglio il contributo è stato utilizzato per acquistare abbattitore e cella frigo, indispensabili per la conservazione dei generi alimentari, per evitare lo spreco alimentare e conservare le provviste alimentari.
 
All'inaugurazione erano presenti il vescovo di Volterra Roberto Campiotti, il sindaco e l’assessore al sociale di Castelfiorentino, Alessio Falorni e Alessandro Tafi. Per Eros Coli, direttore della Caritas di Castelfiorentino, «il progetto è stato molto ambizioso ed è stato possibile solo grazie alle sinergie fra la Caritas Italiana, la sezione soci Coop di Castelfiorentino cui va il nostro particolare ringraziamento, la Fondazione Il cuore si scioglie, le associazioni del territorio e tutta la cittadinanza che ha contribuito in modo davvero generoso. Ogni aiuto è stato un gesto di attenzione nei confronti di chi si trova in difficoltà. La pandemia non ha raffreddato i cuori e non ci ha distanziato da chi si trova nel bisogno, semmai ci ha avvicinato di più a delle realtà che forse qualcuno nemmeno conosceva. Siamo veramente contenti dell’interessamento che è stato dimostrato nei confronti della Caritas e per noi questo è un grande dono».
 
«Abbiamo sostenuto con impegno e soddisfazione questa raccolta fondi - fanno sapere dalla sezione soci Castelfiorentino - perché ha messo al centro inclusione e povertà alimentare. La mensa Caritas offre un servizio importantissimo: non solo la possibilità di un pasto caldo, ma anche un punto di ascolto per chi vive situazioni di disagio».