Contenuto riservato agli abbonati

La Clk si rafforza e cerca sei nuovi addetti

I dipendenti della Clk Italia

L’azienda castellana assume varie figure: dall’ingegnere, allo sviluppatore informatico fino allo specialista della sicurezza

CASTELFIORENTINO. Vola il fatturato per chi opera nella fornitura di servizi digitali come la Clk Italia di Castelfiorentino. Numeri che comportano nell’avvio del 2022 subito sei assunzioni. Si tratta di sviluppatori informatici, specialisti di sicurezza della rete e altre figure legate all'area ricerca e sviluppo.

La Clk ltalia infatti si prepara a dar vita alla sua area interna di ricerca e sviluppo, forte dei progetti degli scorsi anni che hanno permesso durante la pandemia di crescere e consolidare il portafoglio di quelle aziende che hanno deciso di sposare i progetti della Clk Italia.


Il numero dei dipendenti cresce ogni anno, nel 2021 vi sono state tre assunzioni e adesso si cercano nuovi profili. L’emergenza Covid ha spinto ad investire in tecnologia e infrastrutture digitali che stanno portando numerosi benefici.

Il 2021 ha visto una crescita del 27% di fatturato e un aumento del numero di clienti che ha deciso di sposare i servizi messi in campo dalla stessa Clk Italia. L'azienda si prepara a proseguire questo percorso di crescita lavorando con centinaia di realtà sparse nel territorio, le quali stanno avanzando richieste specifiche e sempre più complesse per superare le distanze impresse dal Covid. Distanze che, oltre ad essere colmate, richiedono efficienza e allo stesso tempo semplicità. La digitalizzazione non è più un’opzione ma una via necessaria da percorrere per stare al passo con i tempi. Una connessione internet stabile, supportata da una adeguata tecnologia non è più un’opzione ma necessità nel mondo attuale. Nel 2022 si punterà sul cloud, quella tecnologia che permetterà ad esempio di poter gestire da un solo dispositivo molteplici strumenti che non si trovano fisicamente in quello stesso edificio. A supporto dei clienti è stata rivitalizzata anche la tecnologia dove viaggiano centinaia di dati, la fibra, mentre il ponte radio di Pesciola ha consolidato il numero delle aziende che sono interessate a questa linea di comunicazione. Sono più di 10 le realtà che hanno deciso di usufruire di questa infrastruttura per aumentare l’efficienza del trasferimento e ricezione di dati. Investimenti che per il cliente finale non hanno comportato alcun rincaro ma che si sono invece presentate come opportunità da cogliere. Il prossimo passaggio riguarderà il mondo scolastico, dove sono in arrivo progetti relativi alla realizzazione o potenziamento delle reti cablate e wireless nonché volti a dotare le scuole di un centralino unico, moderno e con molteplici servizi. Per promuovere tali progetti adesso occorrono nuove ed ulteriori figure: un supporto tecnico informatico, un sviluppatore informatico, un ingegnere Voip, un sistemista Cloud, un amministratore di rete, infrastruttura e sicurezza, uno specialista della sicurezza in rete. Per candidarsi si può inviare una mail a info@clk-italia.it. «Il rapporto con il territorio è il nostro valore aggiunto, per questo siamo alla ricerca di persone di zona con le quali poter costruire rapporti duraturi» spiega la stessa azienda. Al momento vi sono 5 donne e 6 uomini, persone del territorio. Un assetto che ha visto anche l'ingresso di un professionista che proviene direttamente dall’Università di Siena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA