Contenuto riservato agli abbonati

Ville, tenute e castelli per portafogli “forti”: quei sogni in vendita fra Vinci e la Valdelsa

Un’agenzia immobiliare specializzata propone decine di occasioni per amanti (facoltosi) di storia, arte e natura

EMPOLI. Castelli, ville rinascimentali, residenze storiche e un antico convento. Veri e propri gioielli che impreziosiscono l’Empolese Valdelsa e che si trovano attualmente in vendita. Un tripudio di lusso, storia e arte purtroppo poco conosciuto e adesso sul mercato.

A gestire questo preziosissimo patrimonio residenziale è la Lionard Luxury Real Estate, azienda specializzata in intermediazione di immobili di prestigio sul territorio italiano. Una realtà che è ai vertici di un settore spesso invisibile - e inaccessibile - ai più, ma che riesce ad attrarre con sempre maggiore frequenza investimenti nazionali e internazionali.


Attualmente nel portafoglio di Lionard si trovano 35 proprietà di lusso del circondario. I prezzi vanno da un milione fino a oltre 13 milioni di euro, anche se in diversi casi la base non viene pubblicata e la compravendita è affidata ad una trattava privata.

Tra i pezzi pregiati presenti negli elenchi dell’agenzia immobiliare ci sono sicuramente i tre castelli di Oliveto a Castelfiorentino, Santa Maria Novella e Tavolese a Certaldo. Il primo è l’antico maniero della famiglia Brunelleschi, costruito nel XV secolo e nei secoli teatro di visite illustrissime: regnanti, nobili e nel 1541 addirittura Papa Paolo III Farnese, in onore del quale venne realizzata un’epigrafe ancora visibile nel grande salone.

Il castello di Santa Maria Novella a Fiano risale al X secolo. Per un lungo periodo è stato l’ultimo baluardo fiorentino nella guerre con Siena, poi è diventato residenza di nobili famiglie fiorentine, come i Gianfigliazzi, gli Acciaiuoli e i Carnesecchi.

Il castello di Tavolese, sempre nel come di Certaldo, venne realizzato dalla famiglia dei Farinata degli Uberti nel 1200 per poi passare nei secoli al capitano di Manfredi Re di Napoli, all’illustre prosapia Canigiani (da cui ebbe i natali il Petrarca), ai Conti Capponi. Settemila metri quadri di interni e 62 ettari di terreno con vigne e oliveti. Il costo di quest’ultimo si aggira tra i 5 e i 10 milioni di euro, mentre per i primi due la trattativa è riservata.

Sempre a Certaldo si trova anche Fattoria di Fiano, che si innesta su un borgo medievale con 39 ettari di vigneto tra le località di Fiano e Rogai, dove la famiglia Bing produce vini di pregio. Prezzo 8,8 milioni di euro.

A poca distanza c’è un’altra tenuta, dove attualmente sorge una importante struttura ricettiva, nata come convento nel XVII secolo. Sugli oltre 6mila metri quadrati di superficie ora sorge l’Antica locanda Il Palchetto, che ha una base superiore a 10 milioni di euro.

Ancora in Valdelsa, a Castelfiorentino è in vendita la villa di Cambiano: risalente al Trecento, fu utilizzata da Cosimo de’ Medici come stazione di posta e successivamente fu acquistata dalla famiglia Cambi. Ben 50 camere e 60 bagni, 4 piscine termali e un campo da golf ad un prezzo inferiore a 5 milioni di euro.

A Gambassi, invece, si trova villa Il Castagno realizzata nel 1600 all’interno di un borgo nato prima dell’anno Mille. Qui si stabilirono i Capponi, ospitando più volte il granduca di Toscana. Quattromila metri quadri di interni e una superficie complessiva di 12 ettari a 13,5 milioni di euro.

Tra i gioielli del territorio ci sono anche villa Castellani a Empoli e villa Rosselli Del Turco a Montespertoli. La prima si situa sul colle di Borgo San Giusto e tra gli ultimi proprietari illustri c’è Alberto Castellani, studioso, sinologo di fama e primo traduttore della Regola celeste di Lao-Tsesopra La seconda è una villa del 1500 che adesso ospita un’azienda agricola e un ristorante: prezzo 5,5 milioni di euro.

Sempre a Montespertoli si trova La Gigliola, borgo cinquecentesco composto da varie ville e da una cappella - dedicata a San Enrico - dove nel 1930 il giovane Lorenzo Milani ricevette la vocazione. Attualmente è un agriturismo, che produce vino e olio: prezzo oltre 10 milioni di euro.

A Vinci di trova villa Casale di Valle, splendida dimora cinquecentesca che fu degli Uguccioni e che ha al suo interno una chiesa dedicata ai santi Ippolito e Cassiano: qui è ospitato un dipinto di Antonio Mini, allievo di Michelangelo. Prezzo superiore a 5 milioni di euro.

Infine, a Cerreto, nella frazione di Lazzeretto, è in vendita la Fattoria di Rozzalupi. Un tempo dimora di caccia degli Adimari, adesso è agriturismo e azienda agricola: base a 4,5 milioni di euro.