Contenuto riservato agli abbonati

La variante 429 e il cantiere infinito, strada chiusa per 4 giorni

Il provvedimento per cambiare un giunto, a forte rischio disagi Empolese e Valdelsa

EMPOLI. La chiusura della variante della 429 di Certaldo per quattro giorni rischia di mettere seriamente in difficoltà il trasporto nell’Empolese Valdelsa.

La sostituzione di un giunto stradale richiede la chiusura da stamani, alle 8,30, fino alle 12 di sabato 15 gennaio e questo comporta la deviazione del traffico lungo la Firenze - Pisa - Livorno e la Firenze - Siena, allungando decisamente i tempi di percorrenza e i costi del carburante soprattutto per gli autotrasportatori che devono raggiungere la loro destinazione.

La Città Metropolitana di Firenze ha annunciato questo intervento, dopo che lo scorso 30 dicembre chiuse con un provvedimento di urgenza per alcune ore la stessa variante di Certaldo per problemi a quel giunto che adesso verrà completamente sostituito.

Non è la prima volta che accadono episodi legati sempre alla variante di Certaldo che comportano considerevole ripercussioni al traffico pesante. Oltre allo scorso 30 dicembre è accaduto anche a luglio quando la variante rimase chiusa per dieci giorni, a seguito di un incidente stradale che fece porre l’attenzione sui giunti di quel tratto. Anche in quel caso ci fu una rottura di uno di questi elementi in una delle gallerie di Certaldo.

Disagi che comportarono come in questo caso itinerari alternativi ma che non hanno trovato sin da subito il parere favorevole degli autotrasportatori. La Città Metropolitana di Firenze ha aumentato gli avvisi, dalla Firenze - Pisa - Livorno, fino alla Firenze - Siena, oltre che cartelli in prossimità della stessa variante 429 con il chiaro intento di informare gli autotrasportatori di questa chiusura.

Messaggi che però potrebbero non essere arrivati agli autotrasportatori i quali, anche ieri, non erano ancora a conoscenza del provvedimento che da oggi entrerà in vigore.

La variante di Certaldo, con le sue gallerie, permette di evitare i centri urbani e le zone industriali della Valdelsa. Chi non ha bisogno di entrarvi, approfitta proprio di questa variante, per non invadere i centri urbani.

Con questo scenario si dovranno percorrere vie alternative. Tale strada, il pezzo della variante di Certaldo con oltre 5 chilometri, rappresenta il collante fra la Valdelsa Senese e quella Empolese, una arteria fondamentale nel cuore della Toscana.

Fu inaugurata nel 2012. Gli autotrasportatori che gravitano attorno alla variante di Certaldo, considerando i tre comuni limitrofi, stimano potenzialmente che solo da questa zona ci siano ogni giorno 100 mezzi interessati nel transitare lungo quell’arteria.

Ci sarà da capire se sarà quindi rispettata l’ordinanza che vieta il transito ai mezzi larghi o pari a 2,30 metri sul ponte dell’Elsa, ad oggi unica vera alternativa breve per ovviare a questa chiusura. Una ordinanza che però di fatto vieta il traffico agli stessi mezzi pesanti e anche ai più piccoli. Argomento che tra l’altro mercoledì 19 sarà oggetto di approfondimento in commissione alla Città Metropolitana di Firenze. L’appello dal mondo degli autotrasportatori è sempre uno: intervenire velocemente e dare una viabilità alternativa più vicina per non far sì che possa ripetersi ancora uno scenario di disagi e criticità simile a quello che avverrà nei prossimi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA