Contenuto riservato agli abbonati

Verde tra le imprese: quattromila alberi piantati a breve a Terrafino e Pratella

Una veduta dall’alto dell’area di Terrafino

L’intervento sarà in cinque punti delle due zone industriali. Si ridurrà l’ anidride carbonica di 15 tonnellate in 10 anni

EMPOLI. Oltre quattromila alberi nelle zone industriali di Empoli e Montelupo. La piantumazione avverrà in cinque aree comprese tra la zona produttiva di Terrafino e quella della Pratella grazie ad un progetto della Città metropolitana di Firenze denominato "Programma sperimentale di riforestazione nelle città metropolitane". Il progetto, approvato pochi giorni fa, prevede la riqualificazione ecologica di aree produttive, dove si concentra una parte consistente delle emissioni di gas inquinanti. «Il progetto prevede l’attuazione di interventi finalizzati all’incremento del patrimonio arboreo delle aree urbane - spiegano dalla Città metropolitana - con lo scopo di realizzare foreste urbane e perturbante. Le aree di intervento infatti, sono zone urbane e perturbante connotate dalla vicinanza con fonti di emissioni climalteranti e di particolato fine».La stima contenuta nella relazione tecnica del progetto, che ha come responsabile unica Roberta Scardigli del Comune di Empoli, prevede che le nuove piantumazioni porteranno ad una rimozione massiccia degli inquinanti atmosferici. Nella fattispecie, una riduzione di 300 chili di anidride carbonica già al momento dell’impianto, 15 tonnellate di anidride carbonica a dieci anni dall’impianto e addirittura 9mila tonnellate a quarant’anni.Nel complesso si tratta di circa sei ettari di terreno, che sono di proprietà pubblica e che risultano non utilizzati, su cui verranno impiantati 4.172 alberi di ventitrè specie diverse e due diverse dimensioni. In ogni caso si tratta di esemplari molto giovani, in grado di garantire facilità di attecchimento e rapidità di crescita e sviluppo. Frassini, pioppi, querce, aceri, sorbi, pruni e allori: tutte specie scelte in funzione delle caratteristiche delle aree e della loro posizione, nell’ottica di preservare le specificità vegetali del territorio. Per quanto riguarda il comune di Empoli, le aree individuate dal progetto per ospitare le piantumazioni sono tre, tutte comprese nella zona industriale di Terrafino. Le prime due si trovano in adiacenza dello svincolo della Fi-Pi-Li "Empoli Ovest", a cui si accede da via I Maggio. Una sulla parte sinistra, a ridosso di alcuni capannoni: qui verranno impiantati 377 alberi su una superficie di 5mila metri quadrati. L’altra area si trova sulla parte destra dello svincolo, confinante con il fiume Elsa: le piantumazioni previste in questa zona sono 1.282 per un’estensione di 16mila metri quadrati. La terza è compresa tra via Di Vittorio e il retro di alcuni stabilimenti di fronte a via Vittime del Fascismo: saranno impiantati 226 alberi su una superficie di 2.500 metri quadri. Per quanto riguarda il comune di Montelupo, invece, le aree individuate dal progetto della Città metropolitana sono due, entrambe nella zona di Pratella.Alla prima si accede da via del Lavoro e confina a sud con il rio di Sammontana: fino all’estate scorsa è stata utilizzata come pista da motocross. Qui verranno impiantati 1.220 alberi per un estensione totale di quasi 18mila metri quadrati. La seconda area è anch’essa accessibile da via del Lavoro ed è attraversata da fossi e canalette che confluiscono nel rio di Sammontana. L’area è inoltre attraversata da una pista ciclo pedonale. Le piante installate saranno 1.067 su una superficie di 17mila metri quadrati. La riforestazione di queste zone inserite all’interno di ambiti avrà anche una valenza sociale, dal momento che queste aree potranno essere fruite come spazi diverse pubblico urbano. © RIPRODUZIONE RISERVATA