Contenuto riservato agli abbonati

429, bonifica bellica nonostante il ricorso

Per l’intervento di ripulitura dei terreni previsto un appalto diverso da quello per la costruzione ora congelato dal Tar 

CERTALDO. Partiranno nelle prossime settimane i lavori di bonifica bellica per la nuova 429 Certaldo - Castelfiorentino. Tale primo cantiere infatti non è legato al bando di gara che riguarda la realizzazione effettiva di questo tratto di una strada, travagliata da mille ritardi e problemi. Queste prime operazioni preliminari al cantiere sono possibili in quanto sono stati realizzati due appalti diversi; uno riguarda la bonifica bellica, l’altro invece la realizzazione degli ultimi chilometri mancanti. Una particolarità tra l’altro in quanto normalmente, così come è accaduto anche in passato, viene realizzato un unico appalto che comprende tali operazioni, così da avere un unico soggetto pronto ad essere pienamente operativo e responsabile di questo cantiere. Perché ci sarà comunque da attendere poi l’11 maggio, quando il Tar della Toscana si pronuncerà su un ricorso avanzato da un consorzio di imprese escluse inizialmente dalla commissione valutatrice. L’aggiudicazione definitiva infatti ancora non c’è per la parte più importante del cantiere ma questo fortunatamente non sta bloccando invece le operazioni propedeutiche per l’avvio vero e proprio del cantiere.

La Regione Toscana infatti sta procedendo con la parte burocratica e ha inoltrato al Comune di Castelfiorentino una serie di documenti e richieste che vanno in questa direzione: dare il via alla bonifica bellica. La stessa bonifica bellica per la quale, anche in altri lotti di questo tortuoso cantiere, si è dovuto attendere con pazienza che tutti i soggetti in campo sbrogliassero la documentazione necessaria.


Su questo punto, come spiegato dalla stessa amministrazione comunale valdelsana, stanno già arrivando comunicazioni ai proprietari che hanno avuto l’esproprio dei terreni in merito allo stato dei luoghi dove in futuro sarà realizzata la nuova 429 Castelfiorentino - Certaldo. Una volta svolte le operazioni di bonifica bellica ci sarà solo da attendere l’esito della decisione che arriverà dal Tribunale amministrativo della regione Toscana e il nome del consorzio di imprese che potrà cominciare l’ultimo tratto della nuova 429. L’aggiudicazione definitiva dell’appalto da 30 milioni di euro, che arriverà dopo l’11 maggio, prevede la realizzazione di quattro chilometri e due viadotti da costruire. L’ultimo anello di una catena che richiederà almeno due anni e mezzo di lavori. Sul portale governativo “Opencoesione” vi era una data di inizio previsto al 30 marzo di quest’anno, ma la voce di inizio effettivo invece ora non è disponibile, mentre la fine è stata ipotizzata per il 30 marzo del 2025.

All’interno dei fondi previsti per la strada rientrano anche altri progetti strategici per il territorio del’Empolese Valdelsa come il raddoppio del tratto ferroviario Empoli - Granaiolo e la elettrificazione della Empoli - Siena. Investimento anche questo di assoluta importanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA