Gravissima 19enne investita da un furgone: era scesa dall’autobus per andare al lavoro

La ragazza è ricoverata in terapia intensiva a Careggi. A Vinci, dove abita, tutto il paese trattiene il fiato per lei

Montelupo fiorentino. Le scarpe sulle strisce pedonali, lei a trenta metri di distanza. Chi ieri mattina si è trovato a passare sulla Tosco-Romagnola all'altezza di Fibbiana, frazione di Montelupo Fiorentino, intorno alle 7, ha visto una scena che mai avrebbe voluto vedere. Una ragazza di diciannove anni distesa a terra, che era stata appena investita da un furgone.

Lei, che stava attraversando la strada per raggiungere il posto di lavoro, forse non lo ha nemmeno visto arrivare. Lui, giovane forse poco più di lei, non l'ha vista attraversare. Si sono incrociati su una statale, una mattina di novembre, quando appena il sole spuntava all'orizzonte.


L'impatto tra il furgone grigio, uno sprinter marca Mercedes, è stato così violento da farle perdere entrambe le scarpe e imprimere un solco nella carrozzeria. Per soccorrere la ragazza, residente a Vinci, sono arrivate ambulanze e automedica della Misericordia e della Pubblica assistenza, ma subito il personale del 118 si è reso conto della gravità della situazione ed è stato avvertito il Pegaso.

L'elisoccorso è atterrato nel piazzale della ex confezione Gallotti, dove oggi c'è un ristorante cinese, e ha trasportato la 19enne a Careggi. Si trova in terapia intensiva, con un politrauma: lotta tra la vita e la morte.

Drammatici i momenti successivi all'impatto. I primi a intervenire sono stati l'autista del bus da cui la ragazza era appena scesa e un camionista, che ha fermato il proprio veicolo in mezzo alla strada, bloccandola, preoccupato che altri potessero travolgere l'esile corpo della ragazza. La statale murata dai due mezzi pesanti, i soccorritori e gli agenti della polizia municipale stessi provati da quell'intervento.

Era qualche anno, che non accadeva, che nessuno veniva investito su quel tratto di strada maledetto. Nel 2012 una ragazzina di 17 anni di origini cinesi fu travolta esattamente nello stesso punto. Per lei non ci fu niente da fare. Mentre la giovane 19enne ieri ha continuato a lottare, e secondo le testimonianze, non è mai andata in arresto cardiaco fino al trasferimento in ospedale.

Il paese tutto, ieri, è rimasto col fiato sospeso per quella giovane ragazza, che da poco tempo lavorava come barista alla stazione di servizio che si trova a poche centinaia di metri dal luogo dell'incidente. Dal sindaco, Paolo Masetti, ai residenti di Fibbiana, la preoccupazione è rimasta alta, nonostante le voci di aggravamenti prive però di fondamento.

Saranno le indagini a stabilire come siano andate realmente le cose, condotte dai Carabinieri con la collaborazione della polizia municipale di Montelupo. Ma anche le telecamere di sorveglianza che sono installate in quel tratto di strada, che potranno forse far luce su come sia andato questo drammatico incidente.