Accasciato a terra senza vita in piazza: «Così l’ho trovato mentre lavoravo»

A chiamare i soccorsi è stato un operatore ecologico della coop Orizzonti. L’uomo deceduto per un malore improvviso

EMPOLI. Si è accasciato a terra, in piazza Matteotti, probabilmente per un attacco cardiaco improvviso. È deceduto così, nel pomeriggio di lunedì 15 novembre, un uomo di 58 anni. A dare l’allarme, un operatore ecologico della cooperativa Orizzonti, Pietro Terreni, 47 anni, che era intento nella pulizia della piazza. «Ho notato l’uomo che era accasciato a terra – ha raccontato – mi sono avvicinato e ho cercato di scuoterlo, di parlargli». L’uomo però non si muoveva, non rispondeva. L’operatore ecologico allora ha chiamato il 118 e sul posto è accorsa un’ambulanza della Misericordia di Empoli.

I soccorritori non hanno potuto però fare altro che dichiarare il decesso. Sul posto sono poi intervenuti anche gli uomini del commissariato di polizia di piazza Gramsci, che stanno conducendo le indagini e cercando di identificare l’uomo e rintracciarne i familiari. Sarà il pm di turno a decidere se disporre l’esame autoptico. Tutto si è svolto in pochi minuti, intorno alle 15 di ieri pomeriggio.


L’uomo deceduto si trovava dal lato di piazza Matteotti all’altezza di Ollo Store, quando è stato notato dall’operatore ecologico. Secondo le prime indicazioni, si tratta di un senza fissa dimora che era solito frequentare la mensa dell’Emmaus, prima che questo spazio diventasse l’Emporio solidale. Il clochard era solito usufruire però dell'accoglienza della Misericordia di Empoli, e riposava al dormitorio.