Contenuto riservato agli abbonati

L’Unione dei Comuni nell’ex ospedale, al via anche il restauro di Porta pisana

A sinistra una parte del complesso dell’ex ospedale in centro e accanto Porta Pisana

Empoli: il prossimo anno previsti investimenti per diciassette milioni di euro, il più oneroso quello per la pista di atletica

EMPOLI. Uno dei principali progetti che dovrebbe prendere vita con l’anno che verrà sarà il trasferimento della sede dell’Unione dei Comuni dallo stabile di piazza della Vittoria - su cui l’ente paga l’affitto ad un privato - ad un’ala dell’ex ospedale di via Paladini. L’operazione, che ha un costo di 710mila euro, è contenuta nel piano delle alienazioni e dei lavori pubblici approvato in questi giorni dal Comune di Empoli.

La nuova sede dell’Unione avrà una superficie complessiva di quasi mille metri quadrati e occuperà una parte del piano terra, l’ex reparto di malattie infettive e la cosiddetta Casa del cappellano. L’acquisto della porzione dello stabile comunale, interessato anche dai lavori di riqualificazione finanziati nell’ambito del progetto Hope, permetterà al circondario di risparmiare 144mila euro annui di locazione.


Ma lo spostamento della sede dell’Unione non è l’unica operazione importante che sarà portata a termine il prossimo anno. Nel piano comunale degli interventi pubblici, infatti, sono previsti per il 2022 oltre 17 milioni di euro di investimenti. Il più oneroso, che dovrebbe essere concluso entro la fine del prossimo anno, riguarda la realizzazione del nuovo impianto sportivo di atletica nella zona di via Sanzio, tra il polo scolastico e il centro commerciale.

Su questo progetto, intrecciato con la vendita dello stadio Castellani, l’amministrazione investirà oltre 7 milioni di euro. Un altro intervento economicamente importante è previsto sull’asilo Stacciaburatta nella zona di Ponzano. Il progetto, che ha un valore di 2 milioni e 100mila euro, prevede la demolizione della vecchia struttura e la costruzione di un nuovo immobile con una migliore distribuzione degli ambienti, a cui si affiancherà anche un intervento di miglioramento della viabilità del quartiere con un collegamento diretto tra via Righi e via Galletti. Un altro tassello importante del piano di riqualificazione urbana è rappresentato dal consolidamento strutturale e dalla ristrutturazione di palazzo Ghibellino. Sono stati previsti, infatti, 1 milione e 300mila euro per rimettere a nuovo il gioiello di architettura e di storia di piazza Farinata degli Uberti. Anche in questo caso, l’intervento sarà il primo passo per lo spostamento di una parte degli uffici comunali fino ad ora ospitati in un altro stabile privato - quello di via Giuseppe del Papa, dove si trova la sede del Comune - su cui l’amministrazione paga un affitto. Sempre in centro altri 400mila euro saranno investiti nel rifacimento di un altro pezzo di storia: Porta Pisana. L’unica porta rimasta lungo il tracciato delle antiche mura della città, che versa ormai da anni in condizioni precarie, dovrebbe essere restaurata entro la fine del prossimo anno. Una voce importante è destinata, inoltre, alla manutenzione degli immobili pubblici sia per la parte edile che per quella impiantistica. Ma una grande attenzione è focalizzata soprattutto sulla manutenzione delle strade comunali, su cui saranno investiti 700mila euro. Sul fronte dei cimiteri, invece, nel programma per il 2022 sono contenuti l’ampliamento di quello di Sant’Andrea (1,6 milioni di euro), la manutenzione di quello di via dei Cappuccini (700mila euro) e la ristrutturazione di quello di Pianezzoli (150mila euro). Infine, sarà completata la rete di piste ciclabili (565mila euro), realizzato il parcheggio a Cortenuova e ampliato il nido (900mila euro), terminata la ristrutturazione di Casa Cioni ad Avane (550mila euro) e realizza la rotatoria sulla statale 67 all’intersezione con via del Castelluccio (300mila euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA