Minaccia i passanti con una bottiglia, arrestato

Sono arrivate numerose segnalazioni dalla zona di viale Matteotti

CERTALDO. Arrestato dopo aver minacciato con una bottiglia alcune persone. E poi anche i carabinieri.

Nel primo pomeriggio di martedì, al 112 è stato segnalato un uomo che, con una bottiglia in mano, prima aveva iniziato a prendere a calci dei carrelli della spesa di fronte a un negozio, poi aveva inveito contro le numerose persone che erano presenti.


I carabinieri lo hanno trovato nel viale Matteotti in preda ad un forte stato di alterazione psicofisica, mentre stava ancora inveendo contro i passanti ed urlando frasi totalmente incomprensibili. Fermato, visto il suo stato di alterazione, i militari hanno richiesto l’intervento di un equipaggio del 118. In un primo momento l’uomo si è calmato e si è fatto prestare le prime cure, salendo volontariamente sull’ambulanza.

Ad un certo punto, con gesto estremamente repentino, si è letteralmente gettato su uno dei militari, facendolo finire a terra e procurandogli una lesione lieve al gomito ed all’anca. A questo punto è stato arrestato per i reati di violenza o minaccia a pubblico ufficiale, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personale e denunciato per ingresso e soggiorno illegale.

Ieri è stato portato in tribunale e giudicato col rito direttissimo. L’arresto è stato convalidato.

Si tratta di un 39enne originario della Libia, con più alias, in Italia senza fissa dimora, già in passato denunciato per inosservanza delle norme sugli stranieri e falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sull’identità personale.