Contenuto riservato agli abbonati

Verso l’alienazione dello stadio Castellani. L’Agenzia delle entrate stabilirà il valore

Prosegue la fase progettuale del “Masterplan dello Sport” che comprende palazzetto, pista di atletica e piscina

EMPOLI. Prosegue l’iter per l’inserimento nel piano delle alienazioni del Comune di Empoli dello stadio “Carlo Castellani’.

Gli uffici comunali stanno predisponendo la documentazione da inviare all’Agenzia delle entrate per incaricarla formalmente della valutazione immobiliare tutto il complesso dello stadio: campo sportivo principale, tribune, campo sussidiario, maratona e i locali al suo interno.


La delibera che è stata approvata ieri dalla giunta comunale guidata dalla sindaca Brenda Barnini trasmette all’Agenzia delle entrate quella che è l’area alienabile. Specificando che «in base a tali spazi deve essere valutata la fattibilità dell’intervento di natura commerciale, in primo luogo quantificando le superfici per attività commerciali realizzabili, tenendo tuttavia presente che si tratta naturalmente di una valutazione di massima, la quale necessiterebbe di un progetto architettonico per poter essere eseguita nel dettaglio, ma che permette comunque una valutazione orientativa delle quantità insediabili in termini di superficie e del possibile valore immobiliare».

Nel frattempo prosegue la fase progettuale di quello che è stato definito dall’amministrazione comunale il ‘Masterplan dello Sport’. L’inserimento nel piano delle alienazioni dello stadio “Carlo Castellani” infatti è un’operazione il cui ricavato servirebbe a finanziare investimenti in impianti sportivi per la città.

In particolare si sta pensando a un vero e proprio Campus Sportivo al servizio delle scuole dell’area scolastica di via Sanzio, in fase di ampliamento, e al servizio delle altre realtà sportivo cittadine. La fase progettuale è indispensabile anche per poter partecipare a bandi o comunque per cogliere opportunità di sovvenzioni pubbliche. La doppia funzione di soddisfare esigenze scolastiche e sportive è alla base della possibile realizzazione di una cittadella dedicata allo sport. Il progetto di fattibilità, pronto nelle prossime settimane, prevede impianto di pista di atletica a otto corsie, tribune, palestra, bar e pista indoor per le partenze. L’amministrazione comunale sta elaborando soluzioni progettuali anche per un nuovo palazzetto dello sport e l’ammodernamento dell’impianto natatorio. «La nostra città ha bisogno oggi più che mai di dotarsi di servizi, spazi e infrastrutture all'altezza del presente e del futuro – aveva già spiegato in passato la sindaca Brenda Barnini –. Il bisogno di un nuovo palazzetto dello sport, di un impianto destinato all'atletica e di investimenti sulla piscina esiste ormai da più di venti anni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA