La nuova 429 fa collezione di ritardi, già sette mesi di attesa per l’ultimo tratto

La gara per il pezzo Castelfiorentino–Certaldo doveva essere pronta all’inizio dell’anno. La Regione: «È in corso»

CASTELFIORENTINO. Continua a collezionare ritardi il bando di gara della nuova 429 per l’ultimo tratto da fare, quello Certaldo – Castelfiorentino. A gennaio era attesa l’ultimazione della procedura ma adesso, arrivati alla fine di luglio, l’unica certezza sono gli ulteriori sette mesi di ritardi che questo procedimento ha accumulato.

La Regione Toscana ha semplicemente spiegato che «il bando di gara è in corso» e per motivi di riservatezza sul procedimento preferisce non aggiungere altro. Quello che non cambia, però, ancora una volta sono le lungaggini legate alla realizzazione della nuova 429 iniziata nel 2007 e in particolare al tratto Certaldo – Castelfiorentino, ultimo anello mancante di una strada che, fra incidenti stradali mortali e le recenti inchieste legate all’utilizzo degli scarti conciari contaminati, non riesce a trovare la parola fine. Il tratto della nuova 429 Certaldo – Castelfiorentino va a completare il tracciato che arriva fino a Empoli, permettendo così di avere l’anello finale di congiunzione fra la Firenze – Pisa – Livorno e la Firenze – Siena. Sono quattro i chilometri previsti, due i viadotti da costruire e un costo complessivo di 30 milioni di euro. Le lungaggini legate al bando di gara e al suo esito finale, secondo alcuni, potrebbero derivare dal testo dello stesso procedimento. I tecnici sarebbero a lavorare su un testo chiaro per individuare il soggetto vincitore in modo inequivocabile e tale da evitare contestazioni future.


Una situazione quindi abbastanza complicata e che potrebbe comunque, si spera, nel mese di settembre chiudersi e successivamente vedere finalmente l’apertura dell’ultimo cantiere della nuova 429.

Una strada che, considerati gli accadimenti delle scorse settimane, si sta dimostrando più che mai necessaria. L’incidente avvenuto lungo la nuova variante 429 di Certaldo ha visto riversare sulle altre strade tutto il traffico pesante e i mezzi provenienti da Castelfiorentino hanno intasato pesantemente la viabilità cittadina di Certaldo.

Tra l’altro, proprio in merito all’incidente avvenuto lungo la variante 429 che ha comportato la chiusura della stessa arteria per una settimana, è attesa nei prossimi giorni la relazione definitiva sulle cause del sinistro e non è stato ancora escluso che sia stato causato da un giunto difettoso (che è stato rimosso e sostituito da parte della Città Metropolitana). Una chiusura che ha riproposto la necessità di avere una nuova 429 ultimata in tutte le sue parti, tale da permettere l’aggancio del versante certaldese a quello castellano, spostando così definitivamente il traffico dalla viabilità ordinaria, liberando ulteriormente i centri urbani. In una delle tante riunioni avventure fra cittadini ed istituzioni ci furono le parole dell’allora assessore regionale al bilancio Vittorio Bugli, proprio a Certaldo, dove nell’aprile del 2019 vennero dettati i tempi per la realizzazione della nuova 429, programmata per settembre 2023. Perché la realizzazione di questa strada prevede due anni e mezzo di tempo, come spiegato dal responsabile del procedimento per la Regione Toscana l’ingegnere Antonio De Crescenzo.

Se si partisse a fine anno, però, la chiusura dei lavori slitterebbe al 2024. –