La rinascita con i libri: la biblioteca trasloca nella scuola distrutta dal tornado

La Santi Saccenti ha avuto interventi per 850mila euro, ospiterà 30mila volumi e alcune donazioni di privati

CERRETO GUIDI. Fra circa una settimana – precisamente il 19 maggio – inizieranno le operazioni di trasloco della biblioteca comunale di Cerreto Guidi, intitolata alla giornalista e scrittrice cerretese Emma Perodi, nata nel diciannovesimo secolo e divenuta celebre per i suoi libri di letteratura per l’infanzia. La biblioteca si troverà ancora per qualche giorno nella sede storica di piazza Dante Desideri ma presumibilmente dalla seconda metà di giugno verrà riaperta nei suoi nuovi spazi, all’interno non di un immobile qualunque. La nuova biblioteca nasce all’interno dell’edificio di fronte al municipio, dichiarato inagibile dopo il tornado del 2014. Si tratta della vecchia scuola Santi Saccenti, “vittima” eccellente dell’ondata di maltempo che colpì duramente Cerreto il 19 settembre 2014, lasciando una scia di milioni e milioni di euro di danni. Da allora gli alunni vennero trasferiti – non senza polemiche – in una scuola prefabbricata montata dietro la scuola media, in attesa della costruzione di un nuovo immobile. Che è arrivata a settembre scorso. Infatti, è stata inaugurata la nuova scuola elementare, grazie ad un investimento di 3,5 milioni di euro. Per quanto riguarda, invece, la vecchia scuola, al suo interno e grazie al “Bando Periferie” sono stati effettuati lavori per un importo di 850.000 euro. Il piano terra comprende uno spazio dedicato a Emma Perodi con laboratorio di lettura ed una caffetteria, realizzata grazie al bando “Spazi Attivi” della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Si tratta, insomma, della rinascita per un edificio caro a tanti cerretesi, che qui sono andati a scuola e fra i cui banchi hanno mandato i propri figli e nipoti a distanza di decenni. La biblioteca nella sua sede attuale rimarrà operativa fino al 18 maggio, poi verrà avviato il trasloco, che avrà bisogno di alcune settimane per essere terminato. Il servizio a domicilio “La Biblioteca a casa tua” sarà comunque attivo fino a questo venerdì e riprenderà il suo regolare funzionamento il primo venerdì successivo alla riapertura della nuova sede. Per le restituzioni dei libri resta disponibile il box all’interno del Comune, mentre l’ultima consegna del servizio di prestito è prevista per martedì prossimo (ultimo giorno prima della chiusura al pubblico). Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo 0571906219 o inviare una mail a biblioteca@comune.cerreto-guidi.fi.it.

La struttura porta il nome della giornalista e scrittrice Emma Perodi: creduta per molto tempo nativa di Firenze, fu lo storico e studioso locale Giovanni Micheli a rinvenire il certificato di nascita della donna, che appunto attestava che era nata a Cerreto Guidi. La struttura ospiterà i 30.000 libri già in dotazione, oltre ad alcune cospicue donazioni da privati che verranno svelate (tutte o in parte) in concomitanza con l’inaugurazione, stimata per la seconda metà di giugno. La biblioteca ospita anche alcuni fondi di particolare prestigio e valore, che sono: Fondo Remo Salvadori, storico dell’arte; Fondo Adriano Prosperi, storico e giornalista; Fondo Emma Perodi, giornalista e scrittrice da cui la biblioteca prende il nome; Fondo Francesco Asso, scrittore e storico. —