Centro vaccini alla ex Sesa, partenza con qualche disguido

Alcune persone si sono presentate a Empoli, in via Giuntini, prima che il punto fosse aperto perché avevano ricevuto il messaggio con questa indicazione

EMPOLI. Partito il nuovo centro dei vaccini all’ex Sesa con qualche disguido. E purtroppo si allunga di altri due sospetti decessi per Covid-19 la già lunga lista che riguarda l’Empolese Valdelsa in questo 2021.
Per quanto riguarda i dati, secondo quanto fa sapere l’Asl Toscana Centro, nelle scorse ore sono venute a mancare due anziane signore valdelsane che erano positive al coronavirus, entrambe ricoverate a Empoli: sono una 90enne di Castelfiorentino e una 88enne di Montaione. Il “San Giuseppe” continua a vedere calare il numero dei ricoverati in area Covid ordinaria, adesso scesi a quota 103, con 21 persone sottoposte alla terapia intensiva.Nei reparti di cure intermedie allestiti a Fucecchio e San Miniato sono ospitate 49 persone in totale. Tutto questo quando anche sul territorio i numeri dei nuovi contagiati restano sulla falsa riga dei giorni precedenti: ieri erano 43 di cui 16 a Empoli, 13 a Fucecchio, tre ciascuno a Castelfiorentino e Cerreto Guidi, due a Vinci e altrettanti a Gambassi Terme, uno per comune a Capraia e Limite, Certaldo, Montelupo Fiorentino e Montespertoli. Con gli attuali 1.635 contagi sono stati già superati i dati di febbraio ma si è molto lontani dal totale del mese scorso che era di 2.661.
È intanto iniziata ieri mattina l’operatività del centro vaccinale di via Leopoldo Giuntini a Pontorme, dove si concentrano adesso le vaccinazioni fatta eccezione per quelle degli estremamente fragili e degli operatori sanitari.

L’inizio ha avuto anche un prologo infausto visto che domenica, per errore, alcuni cittadini che si dovevano vaccinare in quella data avevano ricevuto un sms dall’Asl per andare in via Giuntini e non all’ospedale, questo perché il messaggio informativo è partito con qualche ora di anticipo. «Nonostante qualche piccolo problema organizzativo legato al primo giorno di attivazione dello spazio – fa sapere la sindaca Brenda Barnini – è andato tutto bene e la cittadinanza presente era soddisfatta del servizio. Adesso speriamo davvero che il ritmo di arrivo dei vaccini sia adeguato a coprire velocemente la popolazione». Per il primo giorno di operatività sono andati sul posto con Barnini altri due sindaci, vale a dire Alessio Spinelli di Fucecchio e Paolo Masetti di Montelupo Fiorentino, nelle vesti rispettivamente di presidente della Società della salute e di delegato alla protezione civile per l'Empolese Valdelsa. Pubbliche Assistenze, Misericordie e altre associazioni di volontariato hanno gestito invece con i propri gazebo l’accettazione delle persone che avevano l’appuntamento per la somministrazione del siero. A oggi, secondo la Regione Toscana, tra domenica e ieri il dato totale nei nuovi vaccinati nell’Empolese Valdelsa con almeno una dose è salito di 284 unità, arrivando a quota 45.255. Il centro di via Giuntini è stato pensato per mille vaccini al giorno, ma mancano le dosi. —