Portava droga in carcere, patteggia madre di un detenuto

MONTELUPO. Ha patteggiato una pena a 3 anni di reclusione Sabrina Caramico, la donna che fu arrestata lo scorso febbraio per aver tentato di introdurre droga all'interno della casa circondariale Mario Gozzini di Firenze, la struttura a custodia attenuata adiacente al carcere di Sollicciano. Quando fu boccata dalla polizia penitenziaria si trovava insieme a un trentunenne marocchino, anche lui finito in manette in flagranza di reato. Stava andando a trovare il figlio Alessio Martini, 24 anni, detenuto nella struttura in seguito a una condanna per tentato omicidio e rapina nella vicenda dell'aggressione violenta a una ragazza di 17 anni nel 2017 nel parco dell'Ambrogiana a Montelupo Fiorentino.

Quando fu controllata dagli agenti, Caramico aveva con sé alcune dosi di cocaina, dell'hashish e tre pasticche di un farmaco antidolorifico a base di oppioidi. Il controllo non sarebbe stato causale. Da tempo infatti sarebbero state in corso indagini, coordinate dalla procura di Firenze, su un presunto flusso di sostanze stupefacenti dall'esterno. Gli stupefacenti, in particolare farmaci a base di oppioidi, sarebbero stati introdotti da alcuni parenti in occasione dei colloqui periodici con i detenuti, che poi li avrebbero usati sia per uso personale che per smerciarli ai compagni di detenzione. L'inchiesta, ancora aperta, sarebbe partita da alcune segnalazioni effettuate alla procura della Repubblica da parte della stessa polizia penitenziaria, che sospettava che all'interno delle celle circolassero droga e soprattutto medicine in grado di produrre stati di alterazione e di sballo.

L'episodio per il quale la donna ha patteggiato una pena di 3 anni rientrerebbe insomma in un sistema più vasto, sul quale sono ancora in corso accertamenti. Ieri la richiesta di patteggiamento avanzata dal legale della donna arrestata, avvocato Antonio Olmi, è stata accolta dal gip Fabio Frangini. All'istanza di patteggiamento lo scorso marzo aveva dato parere favorevole anche la procura fiorentina.