Contenuto riservato agli abbonati

La Divina Commedia su Tik Tok per i giovani: «Dante apprezzerebbe era un innovatore»

La sfida sul social di un imprenditore a Montelupo: «Portare l’opera  a chi meno la considera e in un terreno demonizzato» 


MONTELUPO. Mosso dalla passione e dalla curiosità, con la consapevolezza di essere un tramite e con la volontà di aprire una porta su un mondo inesplorato (o quasi). L’approccio con il quale Simone Terreni, imprenditore originario di Montelupo, ha portato la Divina Commedia su Tik Tok nel 700esimo anniversario dall’inizio del viaggio del sommo poeta attraverso l’Aldilà è questo. Un approccio da innovatore, quale è. Lo stesso che ebbe Dante nell’affrontare la selva oscura e nel proseguire in una traversata tanto umana quanto capace di avvicinarlo alla trascendenza divina. E ce ne vuole di spirito di innovazione per condensare ciascuno dei cento canti che compone la Commedia in un minuto di video da condividere sulla piattaforma social più in voga tra i giovani, che è anche la meno conosciuta e più demonizzata dagli adulti.

Spirito di innovazione, intraprendenza e anche un po’ di sana incoscienza. Tutti ingredienti necessari per un successo. Perché di questo si tratta: 280mila visualizzazioni, oltre 38mila “mi piace” e 6. 200 “follower” in poche settimane. Parlando agli adolescenti di una delle opere letterarie meno amate – e sappiamo di essere eufemistici – da loro. Un trionfo di contraddizioni e la voglia di scioglierle divertendosi. «Per me Dante e la Divina Commedia sono una passione da sempre – racconta Simone Terreni, che nella vita è un ingegnere informatico prestato alla comunicazione, fondatore di VoipVoice – ma durante il primo lockdown dello scorso anno ho avuto l’occasione di rinnovarla: ogni sera aprivo l’opera e leggevo un canto. Così mi sono reso conto una volta di più dell’attualità di questo testo e di quanto il poeta fiorentino sia stato appunto un innovatore, uno che scriveva in volgare in un’epoca in cui la letteratura era interamente in latino. La Commedia parla all’uomo contemporaneo con una forza straordinaria. E quindi mi sono messo a pensare a come avrei potuto trasmettere tutto questo».

La risposta è arrivata decidendo di cavalcare quelle contraddizioni, anziché rifiutarle. «L’occasione era l’anniversario dei 700 anni dall’inizio del viaggio di Dante –prosegue – che iniziava culminava nel cosiddetto Dantedì, il 25 marzo scorso, e proseguiva per una settimana. Ho pensato che avrei voluto celebrarlo portando l’opera e il suo messaggio in un territorio inesplorato e cercando di coinvolgere coloro che, più per antonomasia che per altro, meno lo avrebbero apprezzato. Per poterlo fare, però, avevo bisogno di arrivare a loro attraverso un canale preferenziale e adattando i contenuti ad un formato più fruibile possibile. Così, ho fatto come Dante sette secoli fa: ho cambiato le regole del gioco, scegliendo una piattaforma su cui c’è grande diffidenza. Ma che, da padre di una figlia di 13 anni, sento il dovere di conoscere per poter comunicare con lei al meglio e per dimostrare che i social non vanno demonizzati, ma che possono essere utilizzati nel modo giusto».

L’imprenditore è sbarcato su Tik Tok, il social più amato dagli adolescenti. Una piattaforma che si basa sulla condivisione di video, veloce, semplice ed estremamente immediata. E qui tra il 25 e il 31 marzo scorsi ha caricato cento pillole video da un minuto, in cui spiegava ogni canto della Commedia. «Il risultato è stato sorprendente – spiega – con tantissime visualizzazioni. C’erano ragazzi che mi chiedevano di raccontare un particolare canto perché il giorno dopo avevano l’interrogazione e altri che testimoniavano gratitudine. È stata una grande fatica perché ogni video ha richiesto un lavoro di due ore, ma alla fine sono stato contattato da Tik Tok Italia per entrare nella squadra dei “creators”, cioè di coloro che ideano e selezionano contenuti di qualità». Una risposta che ha spinto Terreni a proseguire in questa avventura. Da venerdì 8, infatti, terrà un appuntamento sempre su Tik Tok in cui parlerà dell’opera di Dante attraverso dirette con inizio alle 21. 30. –