Allo studio il taglio della Tari

Empoli, i sindaci dell'Unione in aiuto delle attività economiche con un provvedimento ad hoc

EMPOLI. «Tutti gli undici sindaci dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa sono al lavoro da settimane, con i propri uffici, per attivare provvedimenti che possano esentare parzialmente dal pagamento della Tassa sui rifiuti le attività economiche colpite dalle chiusure imposte per l’emergenza sanitaria dovuto alla pandemia». Lo spiega il sindaco di Capraia e Limite Alessandro Giunti, delegato all’ambiente per l’Unione, a nome di tutti i primi cittadini del circondario.
Già nel 2020 tutti i Comuni intervennero in merito con provvedimenti ad hoc, e così sarebbe in questo 2021. Azioni da attuarsi singolarmente da parte di ogni amministrazione comunale. «Da parte mia e di tutti i sindaci c’è l’esigenza di sostenere le attività produttive dei nostri territori attraverso una riduzione della tassa sui rifiuti – spiega Giunti –. Tutte le attività che sono state chiuse e hanno subito danni economici potranno ottenere agevolazioni sulla parte variabile della tassa per tutto il periodo di chiusura forzata». I provvedimenti saranno concretizzati in ogni singolo Comune.