Con Cagni in panchina un 7° posto storico Gli azzurri accedono alla Coppa Uefa

La sesta foto della collezione del Tirreno sarà in omaggio martedì 6 aprile: un successo sportivo da incorniciare

EMPOLI. Proseguirà martedì 6 aprile, dopo la pausa pasquale, la pubblicazione delle collezione “Un anno, una foto” che i lettori troveranno in omaggio insieme alla copia della nuova immagine. Splendide foto da raccogliere per ricordare i momenti vissuti nel nuovo millennio. Si tratta di 21 foto a colori, una per ciascun anno, a partire dal 2000, che si troveranno in abbinamento gratuito il lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì.

Le foto si riferiscono a due aree della nostra zona di diffusione, Empolese Valdelsa e Prato, ricche di tradizioni, cultura, folclore e manifestazioni sportive. Foto che evocano momenti unici che riguardano personaggi famosi o avvenimenti dell’ultimo ventennio. Per i tifosi dell’Empoli altre due immagine storiche: entrambe in omaggio il 6 aprile e il 16 aprile.


L’ANNO DELL’UEFA

Nella stagione 2006/2007 l’Empoli tocca il punto più alto della sua ora più secolare storia. Con Gigi Cagni in panchina, infatti, conclude il campionato al 7° posto in Serie A e il 3-3 interno con la Reggina della penultima giornata vale lo storico accesso alla Coppa Uefa. Un’avventura che, pochi mesi dopo, si concluderà in fretta, con l’eliminazione patita per mano dello Zurigo, ma che resta un ricordo indelebile per chiunque abbia almeno un po’ di azzurro nel cuore o nel sangue. La corsa, iniziata nel settembre del 2006 con la vittoria in casa della Sampdoria, prosegue spedita con i gol di Saudati, le giocate di Vannucchi, le geometrie di Almiron. Una grande squadra, insomma, che resta scolpita nella memoria per cui festeggiamenti sul terreno del Carlo Castellani sventolando la bandiera dell’Europa, la terra appena conquistata.

LA SERIE A CON SARRI

Non è la prima volta, neanche l’ultima, ma per tanti motivi la promozione in Serie A dell’Empoli arrivata al termine della stagione 2013/2014 ha un sapore speciale. Intanto perché in qualche modo sancì la nascita del “Sarrismo”, con l’epopea del tecnico Maurizio Sarri che poi sarebbe proseguita al tavolo delle grandi e anche nella sua successiva esperienza al Napoli. Ma soprattutto perché, per la prima volta, su tutta Empoli ad esplodere letteralmente di gioia. Dopo le tante gioie vissute al Castellani, infatti, per incorniciare questo trionfo la società del presidente Fabrizio Corsi aveva scelto un altro modo: il giro in pullman, ovviamente scoperto, dei protagonisti per le vie del centro. Così, dopo l’ultima vittoria col Pescara, l’Empoli si prese Empoli (letteralmente) ricevendo un indimenticabile abbraccio da una città in delirio.

IL PIANO DELL’OPERA

La "collana" delle 21 foto di "Un anno, una foto", dal 2000 al 2021, è cominciata venerdì 26 marzo “ 1- La funicolare di Certaldo”. Nei giorni scorsi sono state pubblicate “2 -Pinocchio e Castelfalfi”, “3 - L’Empoli di Baldini torna in A”, “4 - Il corteggio storico a Prato” (31 marzo 2021), “5 - L’ultima medaglia di Jury Chechi” (1° aprile 2021), “6 - Certaldo e Mercantia” (2 aprile 2021), “"7 - L’anno dell’Uefa con Cagni" (6 aprile 2021), "8 - Benigni legge Dante" (7 aprile 2021), "9 - Schumacher al Castellani" (8 aprile 2021), "10 - Il grido di aiuto di Prato" (9 aprile 2021), "11 - Gli sbandieratori al Corteggio storico" (12 aprile 2021), "12 - Sull’Elsa la scommessa diventa appuntamento" (13 aprile 2021), "13 - La magia della danza e Palazzo Pretorio" (14 aprile 2021), "14 - La danza del Dragone" (15 aprile 2021), "15 - La serie A con Maurizio Sarri" (16 aprile 2021), "16 - Papa Francesco a Prato" (19 aprile 2021), "17 - Paolo Rossi alla "sua" mostra" (20 aprile 2021), "18 - La grande musica sbarca a Empoli" (21 aprile 2021), "19 - I fuochi dell’8 settembre" (22 aprile 2021), "20 - Il Natale in piazza Farinata" (23 aprile 2021), "21- L’ostensione nella piazza deserta" (26 aprile 2021.

I lettori che non sono riusciti a trovare la foto può contattare l’ufficio Diffusione del Tirreno al numero 0586-22011 oppure alla mail diffusione@iltirreno.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA