Apicoltore donerà mascherine a Misericordia e Croce Rossa

Da sinistra Daniele Calvetti, imprenditore certaldese e Fabio Mangani, presidente Prociv Arci

L’imprenditore Calvetti, titolare di una ditta di stampa e grafica, ha realizzato le protezioni ritagliando il tessuto non tessuto

CERTALDO. Apicoltore e alla guida di una piccola realtà di stampa e grafica ma adesso per Daniele Calvetti, 44enne imprenditore certaldese, è il momento di dare più che mai un aiuto per la comunità locale. Nei giorni scorsi ha infatti donato alla Prociv Arci, guidata dal presidente Fabio Mangani, 100 mascherine tnt (tessuto non tessuto). Ha preso il tessuto non tessuto, lo ha ritagliato e modellato per dar vita a mascherine, le stesse che con un kit fai da te, potrebbero rappresentare un aiuto concreto in una vera e propria emergenza. Adesso sul piatto ve ne sono circa 200 che sono pronte per essere utilizzate da Misericordia e Croce Rossa locale. Una consegna gratuita alle realtà del territorio, perché è lo stesso Calvetti a spiegare che sta facendo questa iniziativa «semplicemente per aiutare le tante persone che ogni giorno lavorano sul territorio per salvare vite». Sul tavolo poi ci sarebbe anche la possibilità di dare vita ad una produzione più massiccia, vista la grande quantità di tnt a disposizione che potrebbe dare un corposo aiuto al territorio ed operatori sanitari. Occorrerà trovare le forme più idonee e giuste per evitare assembramenti di persone anche perché Calvetti ribadisce il suo messaggio: la mia è una donazione, a titolo completamente gratuito. Una scelta derivata dal fatto che, di fronte ad attività che chiudono ed un paese intero che si ferma per l’emergenza coronavirus, non poteva sottrarsi indietro per aiutare la sua comunità: «Un gesto che faccio, completamente slegato dalla mia azienda, questa è una donazione e qualora trovassimo le forme idonee ed opportune potrei concretamente aiutare questa comunità» conclude Calvetti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi