«Una cittadella della sicurezza nell’area dell’ex ospedale»

Andrea Poggianti consigliere comunale del FdI

Empoli, la proposta dei consiglieri comunali dell’opposizione Poggianti e Pavese (FdI) per una nuova sede della caserma dei carabinieri e del commissariato di polizia

EMPOLI. Utilizzare l'area dell'ex ospedale “San Giuseppe” di via Paladini, in pieno centro storico, per trasformarla in un vero e proprio “palazzo della sicurezza” di Empoli. La suggestiva idea arriva dai consiglieri comunali di opposizione Andrea Poggianti e Federico Pavese, esponenti di Fratelli d'Italia, i quali hanno deciso di concretizzare la loro ipotesi in un atto politico. La questione infatti ha trovato sviluppo in una mozione che i due esponenti di centrodestra presenteranno nella prossima convocazione dell'assise elettiva municipale. Ad accompagnarla anche una interrogazione accessoria, relativa allo stato dell'arte di un progetto, risalente agli anni scorsi, per l'eventuale spostamento della caserma dei carabinieri da via Tripoli alla zona commerciale di Pontorme. «Con la variante urbanistica del 2018 – spiega Poggianti – era stata prevista la possibilità di realizzazione di una nuova caserma dei carabinieri. A un anno da allora, ancora non ci sono stati sviluppi. Uno dei provvedimenti votati a favore fu anche la possibilità, da parte di un privato empolese, di costruire un edificio che possa essere utilizzato come nuova caserma dei carabinieri».

Secondo quanto si legge nell'interrogazione, un cittadino aveva infatti avanzato la possibilità di edificare, su un proprio terreno, tra le vie Pratella e Leopoldo Giuntini, una palazzina con superficie coperta di 450 metri quadrati e sviluppata su tre piani elevati e uno interrato, per un totale di 1.100 metri quadrati a livello. L'immobile, rispondendo a una manifestazione di interessi della prefettura fiorentina, sarebbe stato progettato proprio per ospitare una caserma dei carabinieri. «A noi risulta che il nuovo progetto per l'Arma sia stato bloccato dal Comune di Empoli», spiega il capogruppo di FdI, che così ha lanciato con il collega Pavese un “piano B” capace di coinvolgere non solo i militari, ma anche le altre forze dell'ordine presenti sul territorio.

«Il Comune di Empoli è proprietario dell'Ospedale Vecchio – spiega Poggianti – un edificio oggetto di prossima riqualificazione al 40% con il progetto Hope e che potrebbe ospitare, vista la sua centralità e storica vocazione penitenziaria, una vera e propria "Cittadella della Sicurezza"». Oltre ai carabinieri, Poggianti vedrebbe bene anche uno spostamento del commissariato di polizia il quale, stando ai suoi dati, si trova in un immobile privato in cui il Ministero degli Interni paga 100mila euro di affitto annui, oltre che della guardia di finanza, attualmente in piazza Ristori. «La crescente necessità di garantire maggiore sicurezza soprattutto nelle zone del centro storico, della stazione ferroviaria, delle frazioni e dei parchi – conclude Poggianti – impone al Comune di Empoli di avviare una più stretta collaborazione tra tutte le autorità per la realizzazione di una base unica delle Forze dell'Ordine del territorio, dei mezzi e degli alloggi di servizio dei suoi uomini e delle sue donne».