Per un euro che viene speso ritorna più del doppio

Confronto tra amministrazioni e organizzatori di eventi sugli effetti economici Il direttore di Lucca Comics: «Manifestazione fa rima con partecipazione» 

EMPOLI. Per un euro speso per un evento torna indietro sul territorio due euro e mezzo. Questo il dato interessante emerso durante il convegno su “Eventi nei centri storici” a lato di Ludicomix. Il ritorno economico è stato quantificato in uno studio, come ha spiegato l’assessore al turismo di Certaldo Francesca Pinochi , del Centro studi turistici che risale al 2016 dove «sono state realizzate interviste ai visitatori durante Mercantia», ha spiegato Pinochi. «Con la volontà di fare un coordinamento nazionale - ha continuato - dopo 30 anni di festival di strada, si è organizzato un convegno su festival e città». Da qui Pinochi ha parlato poi del progetto di cui Certaldo è capofila su Irlanda del Nord, Polonia, Germania e Spagna (avendo partecipato e vinto un bando europeo per tre anni). Si tratta di un lavoro per promuovere la dimensione internazionale del teatro di strada che si chiama “Mysteries and droll”, lo vedremo realizzato nell’ambito di 2 eventi di maggior rilievo nell’ambito della street art che sono Mercantia a Certaldo e il festival “Of fools” di Belfast. «Manifestazione fa rima con partecipazione - ha detto il direttore di Lucca comics Emanuele Vietina - Io vado a un festival per vivere un’esperienza e tornare una persona più ricca. Cinque punti ci guidano: comunità, inclusione, scoperta, rispetto e gratitudine».