Intossicato a 13 anni dall’acido per la piscina

L’intervento dei vigili del fuoco

Paura in una struttura abbandonata a fucecchio, il ragazzino stava giocando con gli amici quando il pallone ha colpito un fusto che si è rovesciato

FUCECCHIO. Il pallone è finito oltre la vecchia recinzione e ha centrato in pieno un bidone. Lui l’ha oltrepassata per andare a riprenderselo, a pochi passi dalla piscina abbandonata sul retro di una palestra chiusa da tempo, nella zona degli impianti sportivi di via Fucecchiello.

Proprio lì accanto c’erano dei bidoni contenenti acido cloridrico e ipoclorito di sodio. Il fusto si è rovesciato, disperdendo sul terreno il contenuto tossico. Il ragazzino ha inalato le sostanze ed è finito all’ospedale.


È successo venerdì 30 marzo, intorno alle ore 11.30, in via Padre Checchi (all’angolo con via del Ronzinello) a Fucecchio. Lo sfortunato protagonista è un tredicenne che si trova in zona per trascorrere un periodo di vacanza insieme alla famiglia.

Secondo quanto ricostruito il ragazzino stava giocando a calcio con alcuni coetanei, a pochi passi dalla struttura in disuso, la cui recinzione è parzialmente crollata.

Il pallone ha centrato i fusti con i prodotti che venivano utilizzati per disinfettare la piscina.

Secondo quanto si è appreso, i quattro ragazzini sono entrati all’interno della proprietà privata per recuperare il pallone, ma uno di loro si è avvicinato troppo alle sostanze tossiche.

Il gruppetto si è subito allontanato, dirigendosi nella zona della Coop, dove alcuni passanti hanno capito che uno di loro aveva problemi di respirazione e così hanno chiamato il 118, che ha inviato l’automedica e le ambulanze della Misericordia di Fucecchio e di San Miniato Basso.

Il tredicenne è stato trasportato all’ospedale pediatrico Meyer in codice giallo. Poi sono scattati gli accertamenti, con l’arrivo dei vigili del fuoco di Empoli – supportati dal nucleo Nbcr (nucleare, biologico, chimico radiologico), oltre agli agenti della polizia municipale dell’Unione dei Comuni dell’Empolese Valdelsa e ai carabinieri della stazione di piazza Montanelli.

Allertata anche l’Arpat. Una task-force per chiarire l’esatta dinamica dell’incidente e le eventuali responsabilità.