Muore a 16 anni al raduno clandestino di moto - Video

È successo nella zona industriale di Montelupo durante un raduno non autorizzato. La vittima è un giovane di Sesto Fioretino, il conducente dell'altro mezzo (entrambi messi sotto sequestro) è grave ed è stato soccorso con il Pegaso

MONTELUPO. Tragedia nella zona industriale di Montelupo, dove nel primo pomeriggio di domenica 26 novembre in uno scontro fra tre moto (e non due, come sembrava in uin primo momento), è morto un giovane di 16 anni, Umberto Barbieri di Sesto Fiorentino. Il conducente di uno degli mezzi coinvolti, gravemente ferito, è stato soccorso con l'ausilio dell'elisoccorso Pegaso. Si tratta di un 17enne di Signa. La terza persona coinvolta, un altro ragazzo di 17 anni, è invece ricoverato all'ospedale di Empoli in condizioni non critiche.

Video. Il luogo della tragedia

Scontro tra due moto, muore un ragazzo di 16 anni

Sul posto, dove erano presenti tantissimi giovani e giovanissimi e dove poco dopo la disgrazia è arrivato anche il sindaco di Montelupo Paolo Masetti, la centrale del 118 ha inviato un'automedica, un'ambulanza infermieristica e altre due ambulanze.

L'incidente è avvenuto nel corso di un raduno non autorizzato di bikers, organizzato tramite passaparola e i social network. La salma del sedicenne è stata trasferita all'istituto di medicina legale di Careggi, a disposizione del magistrato di turno. I ragazzi erano in sella a due mezzi di cilindrata 125cc e uno di 300cc. ora sotto sequestro. Si tratta di moto sia da strada che da cross. La polizia municipale dell'Unione dei Comuni Empolese Valdelsa stima che, al momento della tragedia, avvenuta in via dell'Industria, ci fossero oltre cento persone. Gli agenti hanno iniziato ad ascoltare i testimoni e proseguiranno anche nei prossimi giorni. Da capire la dinamica dello scontro. Nessuna ipotesi viene esclusa: al momento non ci sono certezze se non quella di un raduno mai autorizzato.