Renzi a Castelfiorentino fra applausi e contestazioni - Video

Matteo Renzi sul palco di Castelfiorentino (foto agenzia Carlo Sestini)

Oltre mille ad ascoltare l'ex premier, ma l'accoglienza del comitato "Vittime del Salvabanche" non è morbida: "Sei un ballaro"

CASTELFIORENTINO. Una platea di oltre mille persone per lui, ma anche un gruppo di risparmiatori beffati dal decreto "Salvabanche" pronti a contestarlo.

Renzi contestato per il Salvabanche

Si tratta di una decina di ex clienti di Banca Etruria, iscritti al comitato delle Vittime del Salvabanche, che hanno contestato il segretario del Pd, Matteo Renzi, nella serata di sabato 22 luglio al suo arrivo alla Festa de L'Unità di Castelfiorentino, dove  giunto per presentare il suo libro "Avanti" e per celebrare l'edizione numero 70 della rassegna. Alcune persone sono riuscite, mentre Renzi ha salutato alcuni cittadini, ad avvicinarlo e a contestarlo, senza cartelli né striscioni.  "Renzi, cosa ne pensi delle 4 banchette?", ha chiesto una signora che è riuscita ad avvicinare l'ex premiere. "Venga, perché vocia?", ha detto Renzi, che poi ha cercato di spiegare come il Governo sia venuto loro incontro. I contestatori hanno per iniziato a urlare contro Renzi, "Sei un ballaro", mentre la platea del palco ha accolto con un lungo applauso l'arrivo del segretario nazionale Dem.

Nel corso del dibattito con Matteo Renzi le "vittime del salvabanche", circa una dozzina di persone, si sono poi riunite in una strada di fronte all'area della Festa de l'Unità per continuare la contestazione. Cori sono stati lanciati verso l'ex presidente del Consiglio e sono stati uditi anche dalla platea presente al dibattito. All'interno, invece, bagno di folla e grande entusiasmo per l'ex premier che ha toccato molti punti caldi della politica attuale prima di salutare tanti sostenitori e i volontari che lavorano alla festa.