Auto sequestrata e patente ritirata per Levan Mchedlidze

Levan Mchedlidze (foto agenzia Carlo Sestini)

Il calciatore azzurro è stato fermato in piazza della Vittoria per un controllo di una pattuglia della polizia

EMPOLI. Auto sequestrata e patente ritirata. E' finita così la serata, domenica 7 maggio verso le 23, in piazza della Vittoria per il calciatore azzurro Levan Mchedlidze. Il giocatore della Georgia, a Empoli dal 2012, è stato fermato per un controllo mentre era fermo nella sua auto, un Range Rover sport con targa georgiana.

Un agente gli ha chiesto i documenti  e da qui sono emerse due irregolarità amministrative. Il calciatore ha esibito una patente russa. Da qui è stato multato (e ha dovuto fare il  pagamento immediato della contravvenzione) perché, essendo in Italia dal 2006, doveva prendere la patente in Italia.

La macchina, invece, acquistata oltre un anno fa, aveva sempre un'immatricolazione in Georgia. Secondo il codice stradale, invece, il mezzo, entro sei mesi dall'acquisto, doveva essere immatricolato in Italia. Da qui è scattato il sequestro. Ora l'ufficio doganale dovrà stabilire l'importo per la violazione commessa da Mchedlidze comprensiva di dazi non pagati in Italia e della multa.