In cinquanta protestano contro il circo con animali

Un momento della protesta

A Fucecchio in piazza Aldo Moro hanno manifestato con cartelli, maschere e palloncini colorati

FUCECCHIO. Ha avuto un successo inaspettato la manifestazione ambientalista contro il circo Millennium reo - secondo gli ambientalisti - di sfruttare gli animali, esotici e non. Più di cinquanta persone sono arrivate sabato 16 in piazza Aldo Moro con palloncini colorati e cartelli abbastanza eloquenti ("No al circo con gli animali", "basta con la schiavitù") che auspicavano la fine del circo con gli animali. Non ci sono stati momenti di tensione, sebbene gli animalisti si sono arrabbiati perché un uomo ha scattato delle foto ritraendoli singolarmente. Per questo i manifestanti si sono rivolti ai carabinieri lì presenti, chiedendo chiarimenti, perché l'uomo sosteneva che avrebbe fotografato tutti i presenti. Un addetto al circo, invece, si è avvicinato per tentare di spiegare civilmente le sue argomentazioni, confrontandosi coi suoi "oppositori".

La manifestazione era partita dal passaparola su Facebook, raccogliendo alla fine un discreto numero di adesioni, probabilmente oltre alle aspettative: c'erano tanti anziani ma anche giovani e bambini, oltre a molte persone col cane al guinzaglio. Ad organizzare il tutto è stata Carmen Luciano, che ha consegnato ai presenti striscioni e cartelli da esibire davanti il circo in Buca d'Andrea. Queste le sue parole:«Non si può pensare che nel 2016 in Italia ci siano ancora i circhi con gli animali: è infatti inaccettabile che degli esseri viventi siano costretti a nascere, vivere e morire in cattività per puro business e per mandare avanti famiglie che campano economicamente su di loro. La maggior parte degli animali coinvolti è di tipo esotico ma l'Italia non ha un clima idoneo per una giraffa o un leone, senza pensare che non sono assolutamente felici di vivere là dentro, come spesso ed erroneamente ci fanno pensare. Noi non siamo contro il circo di per sé, anche perché è una bella forma d'intrattenimento: non siamo invece d'accordo con l'utilizzo degli animali e per questo siamo venuti qua a protestare».

Fucecchio, manifestazione degli animalisti

La risposta, invece, l'ha data David Monti, che lavora nel circo, sebbene non con gli animali:«Io difendo quello che ci dà sostentamento, noi non sfruttiamo gli animali, siamo sottoposti tutti i giorni a controlli da ogni corpo di polizia, com'è giusto che sia;oltretutto ognuno può venire da noi e vedere come stanno gli animali. Queste manifestazioni attirano animalisti - a cui non voglio far cambiare idea - ma anche tanti pseudo animalisti, che vengono qua solo per dar fastidio pur sapendo che noi ci muoviamo nei limiti della legge italiana». Monti è il circense che in precedenza si era avvicinato per spiegare agli animalisti le ragioni del circo e - sebbene posizioni diametralmente opposte - il confronto fra lui e i manifestanti è stato tutto sommato tranquillo. La manifestazione si è poi conclusa nel tardo pomeriggio.