Sindaci in carrozzina per scoprire i disagi di chi non cammina

Iacopo Melio all'iniziativa a Empoli

Il tour di Iacopo Melio a Empoli con quaranta sedie a rotelle a seguito per abbattere le barriere architettoniche

EMPOLI. Più di quaranta carrozzine hanno invaso ieri pomeriggio le strade del centro in occasione dell’iniziativa “Skarrozzata”, promossa dal cerretese Iacopo Melio, disabile e impegnato nella lotta contro le barriere architettoniche. In molti hanno voluto testare in prima persona la difficoltà che si celano dietro il percorrere una tragitto non utilizzando le proprie gambe bensì una carrozzella.

Le difficoltà riscontrate dai partecipanti sono state tante e sicuramente i molti che hanno voluto provare l’esperienza non si sarebbero mai potuti immaginare che lo sforzo per salire su un marciapiede, seppur fornito di apposito scivolo, fosse così arduo e complesso.Il fautore dell’iniziativa, il ventitrenne cerretese Iacopo Melio, conosciutissimo sia per la sua campagna sui social #vorreiprendereiltreno che per il recente successo scatenato dalla canzone “Vengo anch’io no tu no!” in collaborazione con il comico Lorenzo Baglioni, ha seguito la manifestazione con entusiasmo e speranza.

«Come tutte le nostre iniziative questa è prima di tutto una festa e un progetto di sensibilizzazione - ha ricordato Iacopo - la giornata di oggi infatti è rivolta a coloro che non sanno cosa voglia dire utilizzare una carrozzina, per far provare loro cosa voglia realmente dire stare nei nostri panni». Sicuramente quelli che hanno partecipato alla “Skarrozzata”, certo non si erano immaginati l’enorme fatica e problematicità di attraversare una città fornendosi di una carrozzella, anche in una città come Empoli che nel corso degli anni si era sempre dimostrata virtuosa nei confronti della lotta contro le barriere architettoniche.

La battaglia di Iacopo Melio per abbattere le barriere

Tra ripidi marciapiedi da scalare e passaggi dove risulta impossibile passare, i molti cittadini muniti insolitamente di carrozzina, hanno potuto apprezzare la forza che sta dietro a coloro che senza carrozzina non potrebbero muoversi. Tra i partecipanti anche molti politici sia a livello di Empolese Valdelsa che regionale. «A livello regionale abbiamo instaurato un rapporto molto diretto con l’associazione di Iacopo Melio e a breve ci impegneremo a realizzare una consulta per i disabili - ha riferito l’assessore regionale Vittorio Bugli - è nostra intenzione realizzare altre iniziative di sensibilizzazione e anche riguardanti i treni, cercando di fare sempre più pressioni a Ferrovie affinché ognuno abbia la possibilità di prendere il treno».