Iacopo Melio abbatte le barriere anche sui social

Altra battaglia vinta dall'ideatore di #vorreiprendereiltreno: Facebook cancella una pagina che aveva fatto discutere

CERRETO GUIDI. Un'altra "guerra" da combattere. Una nuova battaglia vinta. Questa volta Iacopo Melio, lo studente universitario che sta lottando per abbattere le barriere architettoniche, ne ha infranta una… social. Ha segnalato a Facebook e fatto chiudere, una pagina che - per il suo contenuto - incitava all'odio.

Tutto è accaduto nei giorni scorsi. Tra le tante pagine di Facebook ne appare una dal titolo ambiguo: "Marciapiedi rovinati dai disabili". "Mi hanno segnalato in massa quella pagina - racconta Melio - in questi giorni. Ho provato a capire se si trattasse di una pagina seria, fake o ironica, ma non ci sono riuscito. Ho provato allora a segnalare a Facebook come centinaia di altre persone hanno fatto, ma sono ugualmente stato ignorato dallo staff di Zuckerberg. Allora ci ho scritto su FanPage, sperando che la forza della parola e della condivisione fosse più forte di tutto anche stavolta".

Il web davanti a questa storia si è diviso in tre fazioni, spiega Melio. "Da un lato quelli che, sotto sotto, continua a confidare nel genere umano e reputa che si tratti di persone ironiche e autoironiche che hanno voluto parlare di disabilità in modo diverso e fuori dagli schemi, sensibilizzando attraverso il paradosso - continua Iacopo - da un secondo, i moralisti intransigenti che si sono sdegnati, tra l'offeso e l'iracondo, all'idea che degli esseri "umani" abbiano potuto partorire idee del genere. Infine i rassegnati, quelli che "tanto non ci fa niente nessuno, tanto vale non dargli peso altrimenti facciamo il loro gioco". La prima risposta alle segnalazioni fatte allo staff di Facebook hanno fatto arrabbiare più di un membro della comunità social. "Facebook ha risposto che la pagina rispecchierebbe "gli standard della comunità", dice Melio.


Poi, però, anche in seguito ad altre segnalazioni Facebook ha cambiato atteggiamento. Ed è arrivata la tanto attesa risposta: "la pagina è stata rimossa perché non rispettava i nostri standard della comunità". Questa ennesima battaglia di civiltà arriva quando mancano poche settimane al compleanno di  #vorreiprendereiltreno l'associazione che Iacopo Melio sta portando avanti dal luglio scorso, in seguito a uno scambio di vedute e di opinioni con l'onorevole Maria Chiara Carrozza. Per l'anniversario sono previste anche delle iniziative: prima fra tutti la mostra di fotografie "4Weels", realizzata da Leonardo Perugini a cura di Francesca Merz. E poi una giornata di festa, il 5 luglio, al Circolo Arci di Lazzeretto dalle 16,30 a mezzanotte.

LEGGI ANCHE: MELIO INCHIODA LA SAMMONTANA... CON IRONIA