Settanta tonnellate di amianto accanto alle case a Montespertoli

Sopralluogo del sindaco sul cantiere di bonifica dopo il trovamento di rifiuti pericolosi in Via Trecento

MONTESPERTOLI. Si è tenuto oggi, lunedì 23 settembre, un sopralluogo congiunto del sindaco di Montespertoli, Giulio Mangani, e della polizia municipale sul cantiere, posto sotto sequestro, di Via Trecento, dove, da giorni, sono partiti, a cura dei proprietari, i lavori di bonifica dei rifiuti pericolosi, nella fattispecie amianto, ritrovati interrati ad inizio 2013 accanto alle case realizzate alcuni anni fa in un’area che prima ospitava un capannone agricolo

Le operazioni di bonifica, svolte sotto lo stretto controllo della polizia municipale, con il supporto dell'Arpat, stanno portando alla luce una enorme quantità di materiale, molto oltre le previsioni, che ad oggi conta 70 tonnellate di amianto recuperato e già avviato allo smaltimento.

Il sindaco di Montespertoli, Giulio Mangani, ha così commentato: «Innanzitutto ringrazio la polizia municipale e le forze dell'ordine per il grande lavoro svolto, sia in questo caso che in altri, nel combattere il grave fenomeno di mala gestione del territorio, piaga che teniamo particolarmente a sconfiggere. Situazioni come questa ci danno infatti l'indice di quanto sia importante il controllo e la vigilanza sui cantieri».