Il debutto perfetto dei Trappers Cecina Grande ripresa e colpo a Firenze

Michele Falorni

CECINA. Missione compiuta e decollo eseguito senza imprevisti, dicono i Trappers Cecina, che al debutto nel campionato di football americano con nove giocatori in campo schiantano in trasferta i Guefi Neri a Firenze. Il successo esterno, 8 a 27, permette ai rossoblù di strappare i primi punti della stagione regolare e prepararsi all’incontro casalingo – sabato primo maggio in notturna al villaggio scolastico, con relativa tranquillità.


Certo, basso profilo e buone idee, sempre, ma la vittoria certifica le potenzialità del gruppo, sbarcato nel capoluogo di regione con qualche titolare acciaccato e comprensibili dubbi dovuti alla difficile sfida. Il primo tempo, di studio, ha visto i primi due quarti senza sorprese e con i padroni di casa in vantaggio (8-7) alla pausa con un touchdown per parte e una trasformazione da 2 a scavare la differenza. La seconda frazione, invece, si apre subito con un’ottima giocata dei cecinesi che vede Garbarino segnare la meta e regalare il sorpasso ai suoi compagni di squadra. Da segnalare le prove dei due difensori Tourè e Tesi, oltre che del cornerback De Cunzolo. Esordio assoluto infine per Alpha Diouf, Mattia Caiazzo e Andrea Rossetti.

Il commento del coordinatore dell’attacco Paolo Moretti è questo: «Abbiamo faticato, soprattutto all’inizio, inutile nasconderlo. Dobbiamo lavorare e trovare l’intesa, ma le qualità ci sono e questi ragazzi non assaggiavano il vero football da più di un anno. Avevamo anche qualche giocatore fuori e qualche altro fuori posizione. Sappiamo dove lavorare e cercheremo di migliorarci già da sabato sera».

Infine il commento del capo allenatore e coordinatore difensivo Alessio Limongelli: «L'incontro non si presentava sulla carta facile per diversi motivi, uno di sicuro il tempo di inattività trascorso dall’ultima partita disputata in campionato. Inoltre, per i motivi che purtroppo ben conosciamo, la preparazione atletica è stata condizionata. A questo aggiungerei le assenze di alcuni giocatori chiave tra cui Almeida, bloccati da problemi fisici e di altri non in perfette condizioni. La gara all’inizio ci ha visto faticare un po’ in tutti i reparti. Difesa a tratti incerta e un attacco ancora da rodare. Il risultato di 8 a 7 per Firenze al termine del primo tempo era meritato. Ciò che più ho apprezzato nei miei è stata la concentrazione che, unita alle giuste motivazioni, ha fatto sì che al rientro in campo nel secondo tempo piazzassero un parziale di 20 a 0 permettendo alla difesa di amministrare senza lasciare margini agli avversari. Complimenti, comunque, ai Guelfi Neri per la correttezza dimostrata. Sono convinto che nell’incontro di ritorno troveremo un team ancora più competitivo. Adesso con squadra e staff siamo già rivolti a sabato contro Pisa, altro incontro da non sottovalutare. Poco da aggiungere: go Trappers».

Appuntamento dunque il 1° maggio a Cecina, al Trappers Hunt Field nel cuore del villaggio scolastico, in via Aldo Moro, dove alle ore 19.30 i rossoblù incroceranno i caschi con i West Coast Raiders di Pisa. La partita si prospetta combattuta e servirà la massima attenzione per centrare un altro successo. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA