«Giocatori positivi al coronavirus», il basket Cecina si ferma. Ma le prossime gare sono un rebus

Sarebbero quattro i casi emersi dopo che gli atleti sono stati sottoposti al tampone. Squadra e staff in quarantena. Ma a decidere adesso sarà l’Asl

CECINA. Anche il Basket Cecina è finito nella ragnatela del coronavirus. Dopo la Blukart San Miniato e l’Umana Chiusi, anche la Sintecnica di coach Roberto Russo si è trovata costratta a interrompere l’attività per la positività al virus di alcuni – sarebbero quattro – elementi facenti parte del gruppo squadra ma tutti, fortunatamente, asintomatici.

A comunicarlo è stata la stessa società rossoblù attraverso una nota ufficiale: «Sintecnica Basket Cecina – si legge – comunica che sono emerse delle positività all’interno della formazione partecipante al campionato di Serie B Old Wild West. La società, come da protocollo della federazione italiana pallacanestro, ha provveduto subito a informare l’Asl competente e attende comunicazioni riguardo al comportamento da seguire. Nel frattempo – si legge ancora – sono stati sospesi gli allenamenti e per gli atleti e i tecnici è scattato l’isolamento fiduciario. La società comunicherà in seguito l’evolversi della vicenda e ha contattato la società Oleggio Basket per il rinvio della partita valevole per la quarta giornata della seconda fase (girone A, ndr) in programma domenica 11 aprile». Oleggio, in un primo momento, si era resa disponibile, ma se la partita si disputerà o meno dipenderà soprattutto dalla decisione dell’Asl (attesa per le prossime ore).


Vi spieghiamo perché: se l’autorità sanitaria competente di Cecina, quindi la Toscana nord ovest, decidesse di mettere in quarantena anche il resto del gruppo cecinese, la gara del Pala Poggetti sarebbe rimandata in automatico e con essa la successiva trasferta di sabato 17 aprile a Omegna. Altrimenti, fatte le dovute verifiche e con un nuovo ciclo di tamponi, non è da escludere che l’Asl possa autorizzare i giocatori negativi a tornare in palestra e a quel punto, però, la Sintecnica sarebbe costretta a salire in Piemonte priva di tre/quattro pedine fondamentali. Ma è ovvio che questo altererebbe il risultato e dunque il campionato.

Questa, infatti, non è altro che l’ennesima situazione di difficile lettura (e gestione) nel bel mezzo di una stagione oggettivamente falsata, visto che talune Asl durante il torneo hanno disposto le quarantene anche per un solo positivo, mentre altre autorità con tre o quattro contagi hanno valutato che ci fossero le condizioni per far continuare l’attività. E poi c’è il protocollo Fip, che consente il rinvio automatico con più di sei casi conclamati, così come l’indisponibilità contemporanea di capo allenatore e primo assistente. La domanda, dunque, sorge spontanea: quale destino attende la Sintecnica Basket Cecina?

La palla al momento è nelle mani della Asl, a oggi il Basket Cecina potrebbe non posticipare nessun impegno (giocando dimezzato), o al contrario saltare le prossime due o tre partite , eventualmente da recuperare entro e non oltre la data del 2 maggio. Una bella grana, dato che per il roster di coach Russo si tratterebbe di cinque finali per salvare la categoria. E andrebbero giocate in una situazione comunque alterata. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA