Contenuto riservato agli abbonati

Cala de’ Medici, ok al consuntivo e alle manutenzioni straordinarie

Il porto di Marina di Cala de’ Medici

Oltre al dragaggio della parte nord all’ingresso del porto saranno sostituite 161 serrande basculanti della diga foranea

ROSIGNANO. L’assemblea dei soci del porto di Marina Cala de’ Medici ha approvato il bilancio 2021. Un bilancio, spiega la società di gestione, che vede un incremento de fatturato e della marginalità nei servizi rispetto al 2020 di circa 400mila euro dovuta ad un aumento dei prezzi delle locazioni ormeggi e dei servizi offerti anche al turismo nautico. Di questa ultima voce, la quota parte importante dell’incremento del fatturato deriva dalle società di charter. Due dei più importanti operatori del settore, oltre a quelle residenti, da tempo hanno infatti scelto come sede tirrenica Marina Cala de’ Medici per la qualità dei servizi. «Queste società veicolano oltre 80 imbarcazioni nel periodo estivo generando un indotto di circa 10.000 turisti che vengono al porto per imbarcarsi e sbarcarsi per le loro vacanze. Tutto questo dimostra che Marina Cala de’ Medici, è impegnata da 10 anni nel continuo miglioramento dei servizi offerti: i risultati di bilancio confermano che la strategia adottata nel tempo è sta dando benefici di carattere economico» spiega la società che gestisce il porto. La gestione, da tempo, ha investito sulle risorse umane professionali e in investimenti per attrezzature e materiali per rendere più agevole il lavoro consentendo una riduzione dei costi ordinari. «Le azioni di professionalizzazione del personale dipendente e le assunzioni a tempo indeterminato e non solo stagionali, hanno consentito al marina di avere personale qualificato tutto l’anno: risorse umane che, nel corso della stagione, sono prevalentemente impegnate nella gestione portuale e degli ormeggi e, nel corso del periodo invernale, si occupano di service e ristrutturazione edilizia delle infrastrutture portuali e del borgo commerciale». Nel corso dell’assemblea, sono state affrontate le questioni delle manutenzioni straordinarie del porto. Per il dragaggio della parte nord dell’ingresso al porto, Marina Cala de’ Medici ha ricevuto l’ordinanza con il decreto della Regione Toscana di autorizzazione che permette di partire con i lavori. Altra azione di miglioramento delle condizioni strutturali del marina, è quella della sostituzione di 161 serrande basculanti dei box della diga foranea estremamente danneggiate dal salmastro e dal tempo. Da pochi giorni si è conclusa la proceduta di gara con l’aggiudicazione alla impresa Martinelli di Pontedera che, a breve, avvierà gli interventi necessari. Anche per il rifacimento dei cinque servizi igienici di cui dispone il Porto Cala de’ Medici, risalenti alla prima fase costruttiva del 1999/2003, il percorso di richiesta delle autorizzazioni sta andando avanti per i primi due blocchi. Il progetto di rifacimento prevede l’uso di soluzioni architettoniche per il risparmio energetico (illuminazione e aerazione naturale) e di materiali ecosostenibili e adeguati alla resistenza al salmastro.

«Confermo la partecipazione di Marina Cala de’ Medici a Marine della Toscana – ha dichiarato Matteo Italo Ratti, Ad e direttore generale del porto – consorzio che sta crescendo velocemente e che è rappresentativo delle più importanti infrastrutture portuali regionali. Porti e marine che hanno compreso come la politica di gruppo, attraverso una rete che rappresenti le necessità del settore sia di estremo beneficio, non solo per le stesse marine, ma per tutti i portatori di interesse: Regione, Comuni e utenti della nautica. Soprattutto per evolvere la nautica regionale in un mercato sempre più internazionale. Il cda si è messo subito a lavorare con una ritrovata serenità e rinnovata visione di intenti e di obiettivi e quindi la governance, dopo il momento di confronto avvenuto lo scorso anno, è ancora più autorevole per la gestione e la rappresentanza delle problematiche della portualità agli organi istituzionali regionali e nazionali».