Torna l’edizione del Tirreno di Cecina e Rosignano

Il viale di Bolgheri dall'alto (foto Fabio Muzzi)

Da mercoledì 26 la Costa etrusca ritrova un giornale tutto per sé: più spazio alle notizie e ai personaggi del territorio

Che cos’è la cronaca locale? È comunità, vicinanza, ascolto, denuncia. È un aiuto al lettore, al cittadino che si rivolge al suo giornale. Quello che ogni giorno gli racconta cosa succede nella sua città, nel suo paese, nel suo quartiere.

Che gli svela quello che non si vuol dire; è il suo garante, il suo “cane da guardia”. Come dicono gli inglesi, che il citizen journalism l’hanno (re) inventato, i cronisti sono i cani da guardia della democrazia. Non è un caso che laddove i giornali non esistono più aumentano i fenomeni di corruzione. Insomma, una funzione i giornali ce l’hanno ancora dopo tre secoli abbondanti di vita. E non importa se le news, le notizie arrivano sulla carta stampata o sul sito on line (di giornalismo professionale) del giornale: sono le notizie che contano, non il mezzo.


Il vostro giornale, Il Tirreno, con quasi 145 anni di storia che sembrano volati da Gutenberg a Zuckerberg, vuole essere ancora più vicino ai suoi lettori. Da mercoledì 26 gennaio Il Tirreno Cecina Rosignano avrà di nuovo la sua edizione. Pagine di cronaca, di racconti, di personaggi, di analisi della vita locale della Bassa Val di Cecina, questo pezzo di Maremma così composito ed importante per ciò che esprime a livello culturale, sociale, economico, sportivo. Troverete nelle pagine della vostra cronaca ancora più notizie, ancora più riferimenti. Accanto alle principali news di Livorno e della provincia.

Ma il giornale vive con e dei suoi lettori, che lo chiamano e forniscono loro stessi spunti e notizie. E dunque Il Tirreno si rivolge soprattutto ai giovani che abbiano voglia di mettersi alla prova per diventare cronisti. Per proporre la propria collaborazione possono scrivere alla mail cecina@iltirreno.it, o telefonare allo 0586 682721.

Non esiste migliore palestra della strada e della cronaca delle città. E soprattutto della città in cui si vive, quella che ogni giorno ti dà riscontro diretto su ciò che è scritto e pubblicato. E non ti risparmia critiche, che fanno crescere, ma ti premia dandoti fiducia. Quando un cittadino chiama o scrive al “suo giornale” per raccontargli un fatto, segnalargli un problema, condividere una bella storia: ecco quello è il segno che il giornale è vivo. Che i lettori si fidano e si affidano ai suoi cronisti. E dunque continuate a seguirci.

Mercoledì in edicola troverete la nuova edizione. Più ricca, ancora più vicina a voi. Fateci sapere cosa ne pensate, dateci spunti e suggerimenti. Ve ne saremo grati, come ogni giorno. Forza Tirreno!

© RIPRODUZIONE RISERVATA