Circolo Canottieri, è l’anno del centenario Direttivo al lavoro per i festeggiamenti

Si è insediato da poco il nuovo consiglio con Roberto Pagnini alla guida. Il primo appuntamento con la vela ad aprile 

Rosignano. È l’anno del centenario per il Circolo canottieri Solvay che si appresta a celebrare la ricorrenza con una serie di eventi che cominceranno in primavera. L’anno per il circolo è iniziato anche con l’insediamento del nuovo consiglio direttivo che ha alla sua guida come presidente Roberto Pagnini, in passato già presidente dei Canottieri. Fabrizio Tani è il vice presidente, Rocco Castagna, Alessandro Dal Canto, Lorenzo Martini sono consiglieri, Giampiero Paperini è il tesoriere, Elisa Serretti segretaria. E nel fine settimana è stato eletto anche il nuovo organismo che si occuperà di allestire e gestire gli appuntamenti legati al divertimento all’interno del Circolo nel periodo estivo (frequentato in media da circa cinquemila persone, visto che i soci sono circa 2.100) e rimarrà operativo per il prossimo triennio. «Siamo al lavoro per organizzare il centenario, con iniziative che cominceranno nel mese di aprile – spiega Pagnini – E’ un compleanno importante: il primo bagno venne allestito nel 1922, in località Lillatro, in prossimità dell’inizio del canale di presa dell’acqua di mare. Fu chiamato “Circolo Canottieri” in quanto il canottaggio era la principale attività sportiva che vi veniva praticata». Nel 1934 la Solvay decise la costruzione di un nuovo stabilimento balneare (nella collocazione attuale con circa 15mila metri quadrati di spiaggia) e incaricò del progetto l’ingegnere fiorentino Italo Gamberini e il complesso, spiaggia, campi da tennis, porticciolo e altri servizi, venne inaugurato nel 1939. «Una delle novità di questo consiglio è che si è insediato all’inizio dell’anno – aggiunge Pagnini – perché le elezioni si sono svolte a novembre e questo ha consentito di fare subito il passaggio di consegne. Iniziamo con una buona notizia:l’area dei campi da tennis, distrutta dal tornado, è stata dissequestrata di recente. Questo ci permetterà di eliminare le macerie e di mettere in cantiere i lavori al più presto in modo da poter utilizzare i campi da tennis, che resteranno all’aperto in questa prima fase, già con il mese di giugno, quando inizia la stagione balneare».

Oggi il Circolo, riservato ai dipendenti della Solvay, ai pensionati e ai loro familiari, è solo arenile e spiaggia. L’attività è organizzata in quattro sezioni, tennis, vela, canottaggio e pesca sportiva. I corsi per questi sport sono aperti anche a frequentatori esterni. «Il programma dei festeggiamenti, con iniziative culturali, di spettacolo e sportive, lo metteremo a punto insieme a Solvay e al Comune di Rosignano. Intanto abbiamo deciso di iniziare ospitando, il primo e due aprile, il campionato italiano Master canna da natante over 55. Il 25 luglio ci sarà invece l’11esima edizione del trofeo Velico “Michela Righi” Avis Toscana, la penultima settimana d’agosto è in programma un’altra iniziativa sportiva con le regate di canottaggio Coastal Rowing». Tornerà anche il campionato italiano Vaurien e il trofeo dedicato alla memoria di Gianfranco Migone, ingegnere chimico che ha lavorato alla Solvay e che ha contribuito a fare conoscere questo tipo di barca di legno».




© RIPRODUZIONE RISERVATA