Contenuto riservato agli abbonati

In vista dell'estate 70 posti di lavoro al Paradù di Marina di Castagneto: ecco come candidarsi

Una veduta dall’alto del villaggio Paradù a Marina di Castagneto

Il villaggio cerca personale per la prossima stagione. Il direttore: «Già numerose le prenotazioni di turisti stranieri»

CASTAGNETO. Ci si prepara a una nuova stagione estiva al villaggio Paradù di Marina di Castagneto, che cerca oltre 70 figure per l’estate 2022. Già operativo il booking che conta molte prenotazioni soprattutto di turisti stranieri europei, come conferma il direttore del villaggio Gianluca Prianti.

«Siamo molto contenti delle prenotazioni che contiamo in questo periodo – dice il direttore Prianti –, è oramai fortunatamente consolidata nel vacanziere estivo la consapevolezza che l’estate sarà ancora una volta una stagione dell’anno felice e spensierata dove potremo nuovamente godere di maggior libertà e spensieratezza per noi e le nostre famiglie. Una prospettiva che si trasforma in richieste e prenotazioni, un modo anche per superare i timori e le ansie di questi mesi. In questo periodo dell’anno al Paradù, come già abituati in passato, fanno la parte del leone il mercato tedesco e quello svizzero predominanti sull’intera stagione e in particolare sul periodo della Pentecoste che quest’anno cadrà in giugno e l’intero mese di luglio. Aspettiamo poi i nostri clienti italiani – conclude – che si muoveranno, come di abitudine, più sotto data per i nostri classici periodi di vacanza».


Il villaggio negli ultimi due anni è cresciuto molto con i nuovi spazi: il Forte Sporting Club con il Ristogrill e i campi da tennis, padel, golf adventures e piscina semi olimpionica. E poi il restyling del ristorante dal Maestro, sulla spiaggia e ancora l’enoteca La Bolgherese e il ristorante La Pagoda con le serate tematiche. Nuove strutture che chiedono maggiori figure professionali per il reparto di sala e cucina e non solo. Il villaggio è quindi alla ricerca di circa una settantina di figure da inserire nell’organico per il front-office e ufficio booking, ma anche responsabili di sala e camerieri con qualifica di chef de rang e commis, figure professionali e generici di cucina per i quattro ristoranti, barman e aiuto barman per l’Oasi e Le Dune bar, personale per le pulizie per il reparto housekeeping, bagnini e generici per ruoli di facchini e navettisti. I curriculum devono essere inviati utilizzando la sezione dedicata del sito www.paraduresort.com.

Mentre avanza la ricerca di personale si analizza anche il dato e la tipologia di presenze nel villaggio. «La scorsa stagione estiva – dice Prianti – abbiamo alla fine equamente diviso le presenze in struttura tra italiani e stranieri, un dato estremamente positivo e confortante che ci auguriamo di consolidare quest’anno. Stiamo inoltre assistendo al boom del mercato glamping che sta crescendo in maniera esponenziale anche in prospettiva 2022, si tratta della nuova filosofia di vacanza vissuta con le caratteristiche del plein air del campeggio unite ai comfort e ai servizi dell’hotel, un trend che prevede un tasso di crescita del settore di circa un 15 per cento annuo con sempre più nuovi amanti di questo genere di vacanza e il Paradù si farà trovare pronto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA