Contenuto riservato agli abbonati

In crociera truffando l’agenzia: «Mi deve pagare 10.200 euro»

Il negozio “Offerte-crociere.com” dell’imprenditore Vincenzo Estremo in viale Marconi, a Cecina

Il 42enne nullatenente, poi denunciato, ha pagato con tre carte di credito clonate. Il racconto del manager Vincenzo Estremo: «E ha offerto anche ai suoi amici...»

CECINA. Si è goduto la crociera nel Mediterraneo con i soldi di un’agenzia di Cecina, la Offerte-crociere.com dell’imprenditore napoletano Vincenzo Estremo, pagando per sé e per altre due famiglie di amici con delle carte di credito clonate. Arrecando, al negozio di viale Guglielmo Marconi, ben 10.200 euro di danni. Soldi rimborsati ai titolari delle carte, non alla società cecinese che dopo quasi due anni di difficoltà a causa della pandemia ora deve far fronte pure ai raggiri online.

Per questa ragione, un quarantaduenne partenopeo, è stato denunciato per truffa aggravata dai carabinieri della Compagnia di Cecina, diretti dal maggiore Christian Bottacci, che nelle scorse settimane avevano ascoltato il manager Vincenzo Estremo, indagando dopo la querela da lui presentata alla caserma di piazza della Libertà. «Purtroppo questa persona è nullatenente – confida l’imprenditore quarantasettenne – quindi sarà veramente difficile riuscire a recuperare l’intera somma. La normativa europea protegge i titolari delle carte di credito, che giustamente non hanno speso quella somma e hanno avuto diritto al rimborso. Ma io, che ho ricevuto il pagamento con tre carte di credito intestate a questo truffatore, che cosa potevo fare? Mi ha inviato il codice fiscale, la tessera sanitaria, ha dovuto pure fare il tampone. Io non potevo certo sapere di essere stato vittima di un raggiro. Noi, oltre ad avere un negozio qui a Cecina, prendiamo prenotazioni da tutta Italia e purtroppo le riceviamo anche da questi farabutti. Capisco rubare per necessità, ma in questo caso si è goduto una crociera sul Mediterraneo con i soldi della mia società».


La prenotazione e il viaggio risalgono allo scorso agosto. Mentre a ottobre, quando c’è stato lo storno dal circuito bancario internazionale Nexi, Estremo ha scoperto del “buco” di 10.200 euro. Un viaggio da ottomila, gli altri da quattromila per gli amici. Tutto incluso, quasi lusso estremo. «Quando ho scoperto della truffa – conclude il commerciante cecinese – ho provato a contattarlo in tutti i modi. Al telefono non risponde, alle mail nemmeno. Non mi è rimasto altro che ricorrere alla giustizia. L’ho denunciato ai carabinieri, ora devo trattare con la società delle carte di credito perché non è possibile che il cerino rimanga solamente nelle mie mani».

Non è la prima volta, purtroppo, che la Offerte-crociere.com viene presa di mira dai malviventi. Una truffa simile, nel novembre scorso, era avvenuta attraverso un bonifico falso per una crociera da ottomila euro. In quel caso, sempre i carabinieri della Compagnia di Cecina, avevano denunciato per il reato di truffa aggravato un quarantaquattrenne di Acqui Terme, in provincia di Alessandria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA