Frida e Django, cani fuoriclasse vincono la Dog Dance di squadra

Gloria Allasia e Matteo Allegri sul gradino più alto con Frida e Django

La Dog Dance, cioè letteralmente la pratica di ballare con il proprio cane, è una vera e propria disciplina sportiva cinofila che sta prendendo sempre più campo.

Lo sanno bene Gloria Allasia e Matteo Allegri, entrambi di Cecina, che con i loro cani, Frida di tre anni e Django di sei, sono arrivati primi, come squadra, ai campionati internazionali che si sono tenuti in Germania.


La Dog Dance è una disciplina cinofila sportiva nata attorno agli anni Ottanta in Canada, dove alcuni cinofili che praticavano l’obedience, pensarono di utilizzare un sottofondo musicale mentre si allenavano con i loro cani.

«Bene chiarire subito – dice Gloria Allasia – che non si tratta di far ballare il cane; concretamente si insegnano al nostro amico a quattro zampe esercizi diversi che vengono poi eseguiti in sequenza e con sottofondo musicale. Il conduttore che si muove nel ring deve riuscire a far esprimere il cane in modo che l’animale possa mettere in risalto le sue caratteristiche fisiche e mentali».

Tutto si gioca attraverso la relazione uomo-cane e sulla motivazione che porta quest’ultimo a giocare con il proprio padrone, a saltare sulle sue spalle, a camminare tra le sue gambe.

«Amavo i cani sin da bambina – va avanti Allasia – poi ho conosciuto Gianni Orlandi del Centro Cinofilo Go Dog Agility team di Cecina. Attraverso i suoi insegnamenti e grazie al gruppo ho deciso di intraprendere questa carriera che è poi diventato il mio lavoro. Qualche mese fa con Matteo Allegri, anche lui istruttore cinofilo del Go Dog Agility Team, assieme al mio cane Frida e a Django, il cane di Matteo, abbiamo partecipato alle selezioni per la gara internazionale di Dog Dance; abbiamo passato la selezione e abbiamo partecipato alla gara che si è tenuta un po’ di tempo fa in Germania. A livello personale Frida e io siamo arrivate quinte. Primi, invece, come squadra con Matteo e Django. Una grande soddisfazione».

Ma quanto allenamento occorre affinché i nostri amici a quattro zampe arrivino a creare un legame così forte con il proprio padrone da comprenderlo solo con un piccolo gesto o con un messaggio vocale?

«In realtà – risponde Gloria Allasia – non conta tanto il tempo quanto la qualità della relazione e degli esercizi svolti. Per i nostri amici a quattro zampe tutto deve passare attraverso il gioco, un gioco condiviso totalmente con il padrone che in quei momenti si dedica esclusivamente a lui. Tutto con un rinforzo positivo. Per quanto riguarda la Dog Dance gli esercizi vengono compiuti su sottofondo musicale; sta a noi creare le coreografie a seconda del tema scelto. Ad esempio io avevo scelto il tema su Batman. L’esibizione dura circa tre minuti».

E alla fine dell’esibizione Frida e Django assieme a Gloria e Matteo, si mostrano felici sul podio godendosi gli applausi come due star internazionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA