Contenuto riservato agli abbonati

Rsa al Paratino, adesso c’è la data dell’inaugurazione. Ancora aperte le assunzioni: come candidarsi

Completati i lavori all’esterno, la ditta sta ultimando gli arredi. La società: «Continuiamo con la raccolta delle candidature» 

CECINA. Rsa al Paratino: c’è la data di inaugurazione della maxi-struttura.

Mancano solo i dettagli, assicurano i protagonisti dell’operazione: quelli dal punto di vista burocratico da sbrigare e quelli operativi, come cantiere (leggi arredi e pulizia dell’interno degli spazi), ma il grosso dei lavori è ormai archiviato. C’è di più. Sì, perché adesso arriva la data dell’inaugurazione della maxi-rsa, quella da 160 posti letto e suddivisa in due “blocchi”: venerdì 12 novembre. La comunicazione ufficiale è vicina: «Sì, dovrebbe arrivare a giorni ed essere venerdì 12, salvo intoppi dell’ultimo minuto, ma tutto è ben avviato», conferma Sergio Bariani, amministratore del gruppo milanese Gheron che si occuperà di gestire la casa di riposo. Una data che arriva anche dal responsabile rsa del gruppo veneto Carron, la società costruttrice.


LA DATA E LA CERIMONIA

Come detto, la data da cerchiare sul calendario è quella di venerdì 12 novembre per il taglio del nastro simbolico. «Da metà novembre potremmo anche essere operativi. Poco dopo l’inaugurazione quindi, stiamo sbrigando le procedure per le autorizzazioni al funzionamento con gli uffici dell’azienda sanitaria del territorio. Una volta rilasciata l’autorizzazione possiamo partire», fa sapere Bariani su tempistiche e iter da seguire. La struttura è pronta, con tanto di alberi piantati e parcheggi ben delineati: «Mancano alcuni tra gli arredi, la pulizia, qualche opera di sistemazione interna per renderla subito operativa dai giorni dell’inaugurazione, però sì, i lavori sono terminati e possiamo dire di essere ai dettagli», aggiunge Renato Minato, responsabile per le rsa del gruppo Carron. Insomma, il crono-programma della residenza sanitaria assistenziale al Paratino sembra scorrere liscio e come da pronostico. Un periodo, quello autunnale, annunciato in estate quando i lavori erano nel vivo.

I POSTI LETTO

Rispetto ai 240 da progetto iniziale, ricordiamo, adesso i posti letto nella struttura sono stati ricalibrati in 160 complessivi distribuiti nei due edifici indipendenti: 80 posti letto ciascuno, pronti a trovare collocazione nei 4mila metri quadrati di spazio un tempo inseriti nella lottizzazione Massalombarda, al Paratino. Come avevamo anticipato, il piano terreno sarà funzionale per ospitare servizi come mensa, palestra e reception. E la struttura dovrebbe dunque fungere sia da residenza sanitaria assistenziale con le persone ospitate nella casa di riposo giorno e notte, sia da centro diurno.

Il numero dei posti, quello iniziale dei 240, era finito al centro del dibattito anche politico con il sindaco di Rosignano, Daniele Donati, che, come presidente della Società della salute, aveva espresso perplessità sul rapporto tra numeri ed esigenze del territorio a riguardo.

I CURRICULA DA INVIARE

Un altro tema, invece, è quello delle opportunità lavorativa del maxi-centro. «I curricula stanno continuando ad arrivare e noi stiamo continuando nella raccolta; è un progetto importante, ma per stimare l’impatto dei posti di lavoro dobbiamo iniziare a lavorare per capire il numero esatto. Comunque, al momento non credo di aver già esaurito i posti necessari», chiosa l’ad Bariani. Per candidarsi bisogno andare sulla sezione “lavora con noi” del sito internet www.gruppogheron.it e compilare il modulo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA